LOCANDINA 2018_piccola.jpg

 

 

Monsano – Agugliano-  Ancona  -Camerata Picena – Cupramontana - Jesi –Morro d’Alba

Polverigi – Rosora - San Marcello –Senigallia - Serra de’ Conti- Trecastelli

 

e con il patrocinio

Comune di Monsano - Provincia di Ancona- Regione Marche - Fondazione Pergolesi Spontini

 a cura de

La Macina - Centro Tradizioni Popolari

 

33°  MONSANO  FOLK  FESTIVAL

gemellato dal 2012 con  Civitella Alfedena Folk Festival (AQ)

Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival

Non altro che il canto (1968-2018- I cinquant  anni d’arte e di passione de La Macina)

Ideazione e Direzione artistica: Gastone Pietrucci

 

4 -31 AGOSTO 2018

 

 

 Fare un Festival, di questi tempi, ha un valore anche politico.

Perché è un modo di combattere, non solo la crisi, ma anche il silenzio”.

Amedeo Fago * 

* Direttore del Laura Film Festival 2011

 

Ritorna anche quest’anno, con la trentatreesima edizione il Monsano Folk Festival (Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival), allargata  a tredici comuni dell’ anconetano.

Il Festival, voluto dal Comune di Monsano (An), con il contributo ed il patrocinio della Provincia di Ancona e della Regione Marche, della Fondazione Pergolesi-Spontini, curato da La Macina e dal Centro Tradizioni Popolari, per la direzione artistica di Gastone Pietrucci, inizierà a Jesi sabato 4 agosto, per concludersi a Monsano venerdì 31 agosto (occupando però soltanto le giornate di ogni fine settimana) sviluppandosi in forma itinerante, tra i Comuni di Monsano (con sei giornate),  Jesi (con due giornate) Agugliano, Ancona, Camerata Picena, Cupramontana, Morro d’Alba, Polverigi, Rosora,  Serra de’ Conti, Trecastelli (tutti con una giornata) e San Marcello, con il Teatro “Ferrari” dove si svolgeranno le due serate monsanesi del 12 e 31 agosto, in caso di cattivo tempo.

 Il Monsano Folk Festival, si caratterizza, nel vasto panorama italiano, per la sua particolare formula di rapporto, di scambio, di confronto-“scontro”, tra la musica originale degli autentici portatori della tradizione e quella dei vari gruppi ed interpreti del folk-revival, in un accostamento di pari dignità, di notevole interesse e di grande valore scientifico.
 Un Festival singolare, che per la “libertà” e la spontaneità con cui viene organizzato e vissuto, si distingue nettamente dall’attuale, sconfortante panorama di falsificazione e di massificazione operate sulla cultura tradizionale e sulla civiltà popolare. Un Festival, che alla forza della tradizione lega esperienze innovative, un Festival per tutti si, ma anche per spettatori anomali, curiosi, “vivi”, cacciatori di sorprese. 
Quest’anno il tema del Festival sarà: Non altro che il canto (1968-2018- I cinquanta anni d’arte e di passione de La Macina), uno dei gruppi “storici” del folk italiano, l’unico ad avere mezzo secolo alle spalle di continua ed ininterrotta attività.
Un Festival, che si svolgerà con lo stesso impegno e soprattutto con la stessa qualità che ha sempre distinto questo tenace ed indistruttibile “piccolo-grande” Festival.
Un Festival  che in tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo, difende con tenacia la sua esistenza e la sua identità, quindi ancora di più un Festival resistente”, ma ancora una volta limitato e condizionato dal momento economico decisamente non favorevole, nel quale si dibatte l’Italia, ma soprattutto tutto ciò che significa cultura in questo nostro Bel Paese !
“La cultura, per definizione, non vale niente se non per i suoi frutti umani e sociali. Un paese che se ne dimentica è un paese che non crede più in se stesso”, ha scritto lucidamente ed amaramente Michele Serra (la Repubblica , Anno 35-Numero 128, martedì 1 giugno 2010).
Quindi,  nonostante i “feroci”, “selvaggi”, continui tagli del già esiguo ed imbarazzante budget, abbiamo cercato anche quest’anno di presentare un Cartellone più che dignitoso, ringraziando ancora tutti gli artisti, al loro mettersi in gioco e soprattutto al loro entusiasmo ed alla loro innata bravura, alla loro voglia di “aiutare” e di “arricchire” ulteriormente un Festival, (unico nel suo genere) un “piccolo-grandeFestival, che ha basato da sempre la sua identità e la sua autorevolezza, nella “testa”, nel “cervello”, nelle e “idee”, nel continuamente inventarsi e reinventarsi, piuttosto che nell’adagiarsi, nel “portafoglio”, nei “soldi”, nei grandi contributi pubblici e privati, che a dire il vero in tutti questi trentuno anni, hanno sempre latitato alla grande!   
 
“Il nostro governo ama le piazze
piene per una sera, le notti bianche,
i concerti dei cantanti che costano tanto
e non costruiscono niente se non consenso”.
Roberto De Simone
 
 
Gastone Pietricci

Jesi, 07 Giugno, 2018

 

image003.jpg

Gastone Pietrucci

Caricatura-collage

di Corrado Olmi, 2008

 

 

 

*   *   *

 

Come arrivare a Monsano

 

In auto: Autostrada A14 Bologna-Bari, uscita Ancona Nord poiSuperstrda SS76 Ancona-Jesi-Roma

Uscita: MONSANO

In treno: Linea Roma-Falconara-Ancona, stazione di Jesi (MONSANO a 6.5 Km)

In aereo: Aeroporto “Raffaello Sanzio” di Falconara M.-Ancona (MONSANO a 15 km)

In nave: Porto di Ancona (MONSANO a 27 Km)

 

 

*     * 

 

 

image301.jpg image557.jpg

La Macina                                                                                     Collage di Gastone Pietrucci

 

 

ATTENZIONE!!!

 

IN OCCASIONE DELLA MOSTRA DI COLLAGES DI GASTONE PIETRUCCI E DEL

CONCERTO DEL CINQUANTENARIO DE LA MACINA

 CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI

ROSSANA CASALE, LUCILLA GALEAZZI, GIOVANNA MARINI, SARA MODIGLIANI

A ROMA- AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA PETRASSI)

 VENERDI’ 14 SETTEMBRE 2018-ORE 21,30 (INGRESSO CONCERTO € 15,00)

STIAMO ORGANIZZANDO UN PULLMAN PER ASSISTERE ALL’EVENTO.

(Partenza da Jesi nel primo pomeriggio di venerdì 14 settembre, rientro dopo il concerto)

POSTI DISPONIBILI IN PULLMAN 53 – COSTO DEL VIAGGIO  € 21,00 A PERSONA

 

Prenotarsi entro e non oltre il 20 Agosto a LA MACINA: Telef. 07314263 / 3356444547

 

 

*   *   *

 

 

33°  MONSANO  FOLK  FESTIVAL

gemellato dal 2012 con Civitella Alfedena Folk Festival (AQ)

Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival

Non altro che il canto (1968-2018- I cinquant  anni d’arte e di passione de La Macina)

4 - 31 AGOSTO 2018

 

 

image001.gif

 

Walter Piacesi, “Il passero solitario” (incisione/particolare)

dalla cartella di acqueforti “Le Marche/spiagge/campagne/paesi

 

Logo del Monsano Folk Festival  e del Gruppo “La Macina”

(per gentile concessine dell’autore Walter Piacesi

e dell’Editore Raffaele Bandini)

 

 

 

 

1)   PROGRAMMA GIORNALIERO SINTETICO

 

(a seguire Programma analitico)

 

 

PROGRAMMA   

 

JESI- SABATO 4 AGOSTO -  Ore 22,00

 Teatro “G.B.Pergolesi” - Concerto Inaugurale

LA MACINA PER VALERIA MORICONI

in

BELLA SEI NADA FEMMENA…  *

Omaggio a Valeria Moriconi anima di teatro voce di universi

 

(NUOVO ALLESTIMENTO)

     Valeria I[1].jpg

Valeria Moriconi

 

con

La Macina 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

Ingresso simbolico: € 1,00

Con omaggio a tutti i presenti di un apposito ventaglio offerto dalla Fondazione Pergolesi Spontini

 

 

*

MONTIGNANO DI SENIGALLIA- DOMENICA 5 AGOSTO -  Ore 21,30

 Piazza Giordano Bruno - Concerto del Ricordo e della Memoria

LA MACINA PER “BOBO”

con la partecipazione straordinaria di

FILIPPO PAOLASINI-PAOLA RICCI

GERARDO GIORGINI E GRUPPO “LA SCIABICA”

in

O QUANTO                                                     E’ O QUANTO E’ TRISTE IL MARE… *  QUANTO E’ TRISTE IL MAR…IL MAR…

Concerto per un grande amico Maurizio “Bobo” Paolasini

403482_Cfakepath22279700101558147213957462136844592665090462n_ralf.jpg

Maurizio “Bobo” Paolasini

 

 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

e

con la partecipazione straordinaria di

Filippo Paolasini, voce, chitarra

Paola Ricci, voce recitante

Gerardo Giorgini, fisarmonica

Gruppo “La Sciabica”, coro

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

*

TRECASTELLI-  MARTEDÌ ’ 7 AGOSTO – Ore 21,30

 Ripe-Piazza Leopardii- Concerto Grande della Sera

MACINA-GANG

in

NEL TEMPO ED O LTRE CANTANDO 

“Canti al di là del tempo da Macina e Gang..”

 

IN ESCLUSIVA REGIONALE

 

12_macina_gang.jpg 

Copertina cd Macina-Gang, Nel tempo ed oltre cantando

 

Gang

Marino Severini, voce , chitarra

Sandro Severini, chitarra elettrica  

La Macina  

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

  *

 

MONSANO – GIOVEDÌ 9 AGOSTO 

 Cucina del vecchio Castello di Piazzetta Matteotti Ore 18,00 /22,00- Concerti su prenotazione obbligatoria 

SILVIA SPURI FORNARINI

in

ALZITI BELLA…*

Solo voce, organetto e tanta passione

Polverigi2016OK (piccola).jpg

Silvia Spuri Fornarini

 

 

Silvia Spuri Fornarini, voce, organetto

 

                           

Per questa particolare performance saranno ammessi per ogni replica,

soltanto trentacinque “spettatori-testimoni” per volta, su prenotazione:

La Macina: 07314263 / 3356444547 / e-mail: lamacina@libero.it

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

                        

*

 

AGUGLIANO – VENERDÌ 10 AGOSTO - Ore 22,00

Piazza Baluffi Concerto-Spettacolo della Sera

ROBERTO TOMBESI (Veneto)

in

GIROINGIRO…

CON NONCHALANCE

Musiche della tradizione e di sgangherati circhi di periferia

girovaghi cantastorie padani di  e con Roberto Tombesi

… e con la partecipazione straordinaria di ospiti a sorpresa…

 

IMG_9565 (1) (piccola).JPG

Roberto Tombesi

 

Roberto Tombesi, organetto, mandola, percussioni, voce e… fantasia

… e con la partecipazione straordinaria di ospiti a sorpresa…

 

 

*

 

ANCONA – SABATO 11 AGOSTO - Ore 22,00

Mole Vanvitelliana  Concerto-Incontro della Sera

 

In occasione della presentazione del foglio/manifesto, La Conversazione 2015

a cura di Gastone Pietrucci e Stefano Santini

 

ENZO CUCCHI E GASTONE PIETRUCCI

con la partecipazione straordinaria di

MARIO SASSO, CARLO CECCHI e LA MACINA

in

RICORDANDO “LA CONVERSAZIONE”  *

Tre grandi pittori, Enzo Cucchi,  Mario Sasso e Carlo Cecchi,

per i cinquanta anni di attività de La Macina

   000001Kpicola.jpg

Gastone Pietrucci-Enzo Cucchi

 

con

Enzo Cucchi

Gastone Pietrucci

e

con la partecipazione straordinaria di

Mario Sasso

Carlo Cecchi

e

La Macina 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 *

 

MONSANO – DOMENICA 12 AGOSTO - Ore 22,00

Piazza dei Caduti Concerto Grande della Sera

GASTONE PIETRUCCI & SAMUELE GAROFOLI QUARTET

in

RAMO DE FIORI

            I canti della tradizione orale marchigiana de La Macina incontrano il jazz

 

foto Gastone CD2.jpgSamuele Garofolipiccola.jpg

Gastone Pietrucci -  Samuele Garofoli

Samuele garofoli lhttp://www.arceviajazzfeast.it/ajf/images/stories/gabriele.jpgroberto zechini-bio_1MAX MANZI

Samuele Garofoli Quartet

Samuele Garofoli--Gabriele Pesaresi-Roberto Zechini-Massimo Manzi

 

 

con

Gastone Pietrucci, voce

e

Samuele Garofoli Quartet

 Samuele Garofoli, tromba flicorno

 Gabriele Pesaresi, contrabbasso

Roberto Zechini, chitarra elettrica

Massimo Manzi, batteria

 

 

*

 

MONSANO – LUNEDÌ  13 AGOSTO -  Ore 18,00 /22,00

Cucina del vecchio Castello di Piazzetta Matteotti –Spettacoli su prenotazione obbligatoria

ALLÌ CARACCIOLO – MARIA NOVELLA GOBBI

in

I DUE GIORGETTIERI  *

(anzi quattro) 

Irresistibile divertissimant letterario-musicale per pochi fortunati spettatori-testimoni

Allì  2 piccola-NAXOS  20081.jpgMaria Novella Gobbi 2000piccola.jpg

Allì Caracciolo-Maria Novella Gobbi

 

con

Allì Caracciolo, voce recitante

  Maria Novella Gobbi, voce recitante

 

con la partecipazione straordinaria di

Gastone Pietrucci, voce

 Marco Gigli, chitarra, voce

 

Regia di Allì Caracciolo

 

Per questa particolare performance saranno ammessi per ogni replica,

soltanto trentacinque “spettatori-testimoni” per volta, su prenotazione:

La Macina: 07314263 / 3356444547 / e-mail: lamacina@libero.it

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

*

 

CUPRAMONTANA - VENERDÌ 17  AGOSTO  Ore 22,00

I Giardini di Osteria  - Concerto-Incontro della Sera

 EMMA MONTANARI E GASTONE PIETRUCCI

con la partecipazione straordinaria di

MARCO GIGLI e ADRIANO TABORRO

in

ALL’INCROCIO DELLE VOCI  *

Un’anima a due voci per Gastone e Emma

 

  10378938_npiccola.jpg

Emma Montanari

 

con

Emma Montanari, voce, violone

Gastone Pietrucci, voce

 

e con la partecipazione straordinaria di

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

 

Prima  

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

*

 

CAMERATA PICENA – SABATO 18 AGOSTO - Ore 22,00

Corte del Castello del Cassero- Concerto-Incontro della Sera

 

Alla “radiosa presenza” di Gianfranco Costarelli

LA MACINA E MUGIA BELLAGAMBA 

in

LA FILANDRA E’ ‘NA GALERA…

Le lacrime, il sudore, la fatica, la gioia, il dolore, la rabbia, la rassegnazione, la speranza,

 la nostalgia, i ricordi nei canti e nei racconti della filanda jesina

 

DSC_0973. piccolajpg.jpgfotomugia4.jpg

La Macina- Mugia Bellagamba

 

 

con

La Macina 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

e

Mugia Bellagamba, voce narrante, voce narrante

 

 

*

 

SERRA DE’ CONTI – DOMENICA 19 AGOSTO – Ore 22,00

I Giardini di Osteria - Concerto-Incontro della Sera

CHOPAS TRIO

con

ADRIANO TABORRO chitarra, mandolino, violino,

 ROBERTO PICCHIO fisarmonica

e l’amichevole partecipazione straordinaria di

GASTONE PIETRUCCI voce

in

MALEDETTA SIA SEMPRE LA GUERRA  *

Canzoni popolari di protesta, di lotta, di resistenza dai “sud” del mondo

 

image214.jpg424361_piccola.jpgimage215.jpg33137422_1piccola.jpg

Chopas Trio

 

con

Chopas, voce,  chitarra acustica-grancassa-cembalo attaccato alla gamba-armonica a bocca

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Roberto Picchio, fisarmonica

 

e con l’amichevole partecipazione straordinaria di

Gastone Pietrucci  voce

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

*

 

JESI – GIOVEDÌ  23 AGOSTO -  Ore 19,00

Studio par l’Arte della Stampa SAS (Portavalle) - Concerto del Tramonto

LA MACINA

in

MARINAIO CHE VAI PER ACQUA…   *

Omaggio a Walter Piacesi

 

image001.gif 4_lp4.jpg

In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

con

La Macina 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

*

 

POLVERIGI – VENERDÌ 24 AGOSTO - Ore 22,00

Chiostro di Villa “Nappi” - Concerto Grande della Sera

 GRUPPO MASSIMO LIBERATORI (Umbria)

in

TRATTURO ZERO 

Tratturo Zero è canto popolare che risale la corrente, è parola ribelle che da Roma

va transumante tra l’appennino e Nuova York incontrare Trilussa, Woody Guthrie, il Brigante Cinicchia,

ad Joe Strummer, Joe Hill, Pietro Bernardone e i pastori transumanti...  Tutti dentro ai nostri Canti Liberatori.

Attrezzi di viaggio: chitarre, bouzouky, ukulele, mandolino, fisarmonica, armoniche, pianoforte, basso, batteria e percussioni

 

IMG-20180502-WA0012piccola.jpg

Gruppo Massimo Liberatori

 

con

Massimo Liberatori voce e armonica

Claudio Scarabottini tastiere, mandolino e whistle

Gianluca Bibiani fisarmonica

 Stefano  Trabalza chitarre

 

 

*

 

MONSANO – SABATO 25 AGOSTO - Ore 19,00

Chiesa degli Aròli - Concerto del Tramonto

NADIA PIRANI ORAZI

con

GASTONE PIETRUCCI e MARCO GiGLI

in

IL CANZONIERE DELLA “PIRANA”   *

I canti “a vocetta” di Elvira Corsetti Pirani detta “La Pirana” reinterpretati dalla nipote Nadia

 

28310111_943404065784676_1981887419_opiccola.jpg

Nadia Pirani Orazi

 

con

Nadia Pirani Orazi, voce 

Gastone Pietrucci  voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

 

*

 

MONSANO – SABATO 25 AGOSTO  -  Ore /22,00  (PROGRAMMA DA CONFERMARE)

Cucina del vecchio Castello di Piazzetta Matteotti – Intervista-Spettacolo su prenotazione obbligatoria

ITALO ROGNONI

in

ADDIO DEL PASSATO…  *

Ricordi di un “melomane sopravvissuto, incallito e non pentito”

    1968-09-17-New-York-Renata-Tebaldi-Maria-Callaspicola.jpg535776_111263702341848_672009013_n.jpg 1968-09-17-New-York-Renata-Tebaldi-Maria-Callaspicola.jpg

Renata Tebaldi                  Italo Rognoni                  Maria Callas

 

con

Italo Rognoni, narratore

e con

Gastone Pietrucci, intervistatore

 

Ideazione : Giorgio Cellinese

 

Per questa particolare performance saranno ammessi

soltanto trentacinque “spettatori-testimoni”, su prenotazione:

La Macina: 07314263 / 3356444547 / e-mail: lamacina@libero.it

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

*

 

MORRO D’ALBA – DOMENICA 26 AGOSTO - Ore 19,00

Centro storico (lungo il camminamento della “Scarpa” e Piazza Barcaroli –Spettacolo Itinerante  del Tramonto

 

SPERIMENTALE TEATRO A-LA MACINA  

in

CHI E’ BELLI DE FORMA DE MAGGHIO RITORNA

“Fa’ che più non si rasiona se non di ballare et de manecare et far feste allegramente”

 

22449592_1460631274058093_8166022568440875215_n (1)piccolo.jpg

 

sulle feste di maggio e di matrimonio: bruscelli, piantamaggio, cicli di mesi,

cortei e riti nuziali, toccamano e formule di promessa e nozze,

elenchi dotali e di concio della sposa.

 

 

Interpreti / Personaggi

 


Donna     Maria Novella Gobbi

Uomo e Notaio     Fabio Bacaloni

Uomo Giovane e Sposo   Stefano Petracci

Donna Giovane e Sposa  Maria Stella Righetti

 

Musici

Cantore  Gastone Pietrucci

Violino-Chitarre  Adriano Taborro

Fisarmonica        Roberto Picchio

Chitarra   Marco Gigli


 

Costumi  Maurizio Agasucci

Ricerca  Giorgio Sposetti – Maria Novella Gobbi – Gastone Pietrucci

Assistente alla Regia         Maria Novella Gobbi

 

Regia     Allì Caracciolo

 

Prima Nazionale

 

 

*

 

ROSORA - MERCOLEDÌ 29  AGOSTO  -  Ore 21,30

Centro Culturale “Don Milani” (La cantina del pievano) – Concerto-Incontro della Sera

GASTONE PIETRUCCI E LAURITA PERGOLESI (Argentina)

con

                                                              MARCO GiGLI e ROBERTO PICCHIO MARCO BETO PICCHIO

 e la partecipazione straordinaria di

MILENA GREGORI, voce recitante

in

DUE CORRENTI DI DOLORE ATTRAVERSAVANO L’OCEANO…  *

Dall’Italia in Argentina con l’affetto della memoria

 

IMGP0593piccola.JPG

Gastone Pietrucci e Laurita Pergolesi

 

 

con

Gastone Pietrucci  voce

Laurita Pergolesi, voce, chitarra

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

e

con la partecipazione straordinaria di

Milena Gregori, voce recitante

 

Regia: Gastone Pietrucci    

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

Prima

 

 

*

 

MONSANO - GIOVEDÌ 30  AGOSTO  -  Ore 18,00

Piazza Mazzini - Concerto del Caffè

CHOPAS

in

A SOLO  *

L’uomo-orchestra: cuore rosso e voce nera

392274_210786878999573_2000330943_n(piccola).jpg

Chopas

 

con

Chopas, voce,  chitarra acustica-grancassa-cembalo attaccato alla gamba-armonica a bocca

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

*

 

MONSANO – VENERDÌ  31 AGOSTO - Ore 22,00

Piazza dei Caduti -  Grande Concerto di Chiusura

 COMPAGNIA DALTROCANTO (Campania)

in

DI TERRA DI MARE DI STELLE

Un suono antico che si fa attuale

CompagniaDaltrocanto2018_piccola.jpg

 

COMPAGNIA DALTROCANTO

Antonio Giordano - voce, chitarra battente, zampogna, cister
Bruno Mauro - chitarra classica e bouzuki irlandese
Imma Barbarulo - voce
Viviana Ulisse - viola e violino
Flavio Giordano - basso elettrico
Francesco Fasanaro - batteria
Morena Saracco - danza e tamburelli

 

 

 

*

 

 

Tutti i Concerti sono ad Ingresso Libero

 

 

L’ “occhio” e la memoria del Festival: Dr. Riccardo Carsetti

L’ “orecchio” del Festival: Rodolfo Curzi

Tecnico Audio Luci: Eliseo Mozzicafreddo         

\

re

        

*

 

 

image059.jpg

Monsano, Piazza dei Caduti

Luogo dei Concerti del Monsano Folk Festival

 

*

     Monsano – Agugliano-  Ancona-Camerata Picena – Cupramontana-Jesi –Morro d’Alba

Polverigi- Rosora- San Marcello-Senigallia-Serra de’ Conti- Trecastelli

e con il patrocinio

Comune di Monsano - Provincia di Ancona- Regione Marche- Fondazione Pergolesi Spontini

 a cura de

La Macina - Centro Tradizioni Popolari

 

 

33°  MONSANO  FOLK  FESTIVAL

gemellato dal 2012 con Civitella Alfedena Folk Festival (AQ)

Rassegna internazionale ed itinerante di Musica Popolare originale e di revival

Non altro che il canto (1968-2018- I cinquant  anni d’arte e di passione de La Macina)

4-31 AGOSTO 2018

 

 

 

 

 

2)   PROGRAMMA ANALITICO

 

JESI- SABATO 4 AGOSTO

LA GRANDE VALERIA E LA MACINA

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________--

 Jesi -  Teatro “G.B.Pergolesi” - Ore 22,00 - Concerto Inaugurale

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Jesi, e della Fondazione Pergolesi-Spontini “Viaggio nella vocalità popolare”

 

LA MACINA PER VALERIA MORICONI

in

BELLA SEI NADA FEMMENA… *

Omaggio a Valeria Moriconi anima di teatro voce di universi

 

NUOVO ALLESTIMENTO

 

Valeria I[1].jpg

Valeria Moriconi

Valeria e Macina a Monsano scansione0010piccola.jpgValeria e Macina a Jesi scansione0009A.jpgValeria e Macina a Jesi scansione0011piccola.jpg

Valeria Moriconi con La Macina (Monsano Folk Festival 1998-Jesi, Teatro “G.B.Pergolesi”, 1999)

 

 

“Ricordati Gastone che noi non siamo il passato, siamo il futuro…”

Valeria Moriconi, Jesi, 2000

 

 

Valeria Moriconi, venti anni fa, esattamente, domenica  9 agosto 1998,  partecipò  (con la grande generosità che sempre l’ha distinta) a Monsano, al Concerto di Chiusura del 13° Monsano Folk Festival. L’occasione era quella di ricordare e rendere omaggio al grande studioso jesino Antonio Gianandrea  (1842-1898),  nel centenario della sua morte. Nel campo delle tradizioni popolari, il Gianandrea ha il merito  di aver  pubblicato nel 1875, nella  Collana: Canti e Racconti del Popolo Italiano,  curata da Domenico Comparetti e da Alessandro D’Ancona, la Raccolta, Canti Popolari Marchigiani, che costituisce un fondamentale contributo alla storia delle tradizioni popolari marchigiane.

Appunto, con Valeria Moriconi, La Macina, volle ricordare questo grande ricercatore e studioso jesino con il “Concerto grosso per Gianandrea”, concerto che vide anche la partecipazione straordinaria  del Prof. Francesco Bonasera, relatore, del  Coro La Fonte di  Ortezzano (Ap), degli informatori, Domenico Cicciòli, Lina  Marinozzi Lattanzi, Nazzareno Saldari di Petriolo (Mc), della ex - “filandara  jesina  Attilia Rocchegiani Catani,  del Gruppo Spontaneo di Santa Maria Nuova, voci maschili, organetto, cembalo, triangolo, di Massimiliano Donninelli,  sax e di Gilberto Ronconi, narratore. Regia: Gastone Pietrucci & Giorgio Cellinese.

A dieci anni da quello straordinario (considerato dal giornalista  de  la Repubblica, Dino D’Arcangelo, “ uno dei più importanti ed interessanti dell’estate” , Musica! Supplemento de la Repubblica, n. 180, 10 Settembre 1998), nel 23° Monsano Folk Festival (martedì 12 agosto 2008), nella serata jesina, nella sede del “suo” Teatro-Studio Valeria Moriconi, La Macina la volle ricordare con un particolare Concerto-Omaggio del Ricordo e della Memoria, con il fondamentale supporto tecnico di Benito Leonori e di Paolo Appignanesi della Fondazione Pergolesi-Spontini). Infatti il Concerto-Spettacolo ripercorreva passo passo il memorabile concerto del 1998, dove su grande schermo venivano proiettati tutti gli interventi di Valeria, voce recitante, mentre La Macina le rispondeva dal vivo, ripetendo gli stessi brani musicali di allora. Un modo virtuale di riavere ancora una volta con noi la grande Valeria e di dar modo al pubblico, che non aveva avuto la fortuna di averla vista e goduta in quella indimenticabile performance, di poterla rivedere e a coloro che l’avevano già vista di ripetere la magia di quell’incontro, di quel concerto.

Ora a dieci anni da quel concerto virtuale, grazie alla Fondazione Pergolesi Spontini che ha voluto produrre e riproporre l’evento, :“Bella sei nada femmena” tutto dedicato a ”Valeria Moriconi, anima di teatro, voce di universi” (splendida dedica ideata per lei da Allì Caracciolo), inserendolo anche nel suo Festival “Viaggio nella vocalità popolare”, La Macina, vuole ancora ricordare la  grande attrice jesina e grande amica del Gruppo di ricerca e canto popolare marchigiano. Tra l’altro La Macina le dedicò  uno dei suoi canti più belli, una serenata, raccolta a Jesi, appunto “Bella sei nada femmena” brano che apre il primo volume  della  trilogia  “Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto” e che ora da il titolo al Concerto.

E così La Macina canterà ancora per lei e con lei, per “riaverla” fisicamente ancora una volta accanto, per farla restare tenacemente, teneramente e per sempre, nel nostro canto e nel nostro cuore.

 

 

La Macina 

 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

Impianto scenico

Paolo Appignanesi

 

Elaboraziobne multimediale

Mario Spinaci

 

Regia

Gastone Pietrucci

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

INGRESSO SIMBOLICO: € 1,00

Ad ogni spettatore La Fondazione Pergolesi-Spontini donerà in omaggio un… utilissimo e simpatico ventaglio

 

*

 

MONTIGNANO DI SENIGALLIA – DOMENICA 5 AGOSTO

CONCERTO PER UN GRANDE AMICO

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Montignano di Senigallia -Piazza Giordano Bruno Concerto del Ricordo e della Memoria

In collaborazione con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Senigallia, Compagnia “La Sciabica” e l’Associazione Montignanese

 

LA MACINA PER “BOBO”

con la partecipazione straordinaria di

FILIPPO PAOLASINI-PAOLA RICCI

GERARDO GIORGINI E GRUPPO “LA SCIABICA”

in

O QUANTO                                                     E’ O QUANTO E’ TRISTE IL MAR… * OO QUANTO E’ TRISTE IL MAR…IL MAR…

Concerto per un grande amico Maurizio “Bobo” Paolasini

403482_Cfakepath22279700101558147213957462136844592665090462n_ralf.jpg

Maurizio “Bobo” Paolasini

 

DSC_0672 piccola.jpgimage014.jpgLMacina-38piccola.jpgDSC_0951 piccola.jpgDSC_9978piccola.jpg

Adriano Taborro–Marco Gigli–Roberto Picchio- Riccardo Andrenacci-Gastone Pietrucci

 

image235.jpg  paolasinibobomaurizipiccola.jpg

La fisarmonica di Gerardo Giorgini e “Bobo”

 

 

… troppi morti nelle caverne del cuore.

Allì Caracciolo, Marginalia

Maurizio “Bobo” Paolasini, impareggiabile animatore culturale a Marzocca, uno dei principali protagonisti della vita socio-culturale di Marzocca. Un grande uomo, un amico, sempre impegnato, fin da giovane, in prima persona, in molteplici attività nei settori dello spettacolo, della cultura e del sociale. Appassionato di musica e di teatro, ha animato e favorito l’organizzazione di numerose manifestazioni nella sua Marzocca, una comunità che ha avuto sempre nel cuore, come quella di Montignano nel quale era nato. Maurizio “Bobo” Paolasini è stato anche tra i fondatori, nonché una delle principali anime operative , un vero e proprio trascinatore . Cantante, musicista, attore, regista nonché fondatore edirettore artistico della Sciabica. Grande amico de La Macina , da diversi anni, era entrato con l’entusiasmo che sempre lo ha distinto, nel nostro “gioco” irriverente, ironico e folle de Il “nostro” Sanremo, riscuotendone subito un gran successo di simpatia e di bravura.  Nel 2015 con il suo Gruppo La Sciabica folk, aveva partecipato con successo al 30° Monsano Folk Festival, con O come è triste il mar… (un programma di canzoni della tradizione marinaresca). L’anno scorso doveva ritornare in Trio con Gerardo Giorgini e Alberto Cucchieri, con un altro concerto dal titolo Du’ voci ‘na fisarmonica e ‘na pianola (Canti del mare, d’amore e di nostalgia). Purtroppo Bobo non è riuscito, suo malgrado, a rispettare l’impegno preso e del suo mancato concerto è rimasta la foto la foto dell’emblematica e sconsolata fisarmonica sulla spiaggia raffigurata nella locandina e il rimpianto per aver perso un grande, grandissimo amico. E così ora La Macina, insieme alle sue persone più care, Filippo, Paola, Gerardo e tutta la Sciabica lo ricorderanno, proprio a Montignano, tra la sua gente, con un concerto particolare, montato appositamente per lui, che già dal titolo O come è triste il mar… cercherà di ricordarlo con l’affetto del ricordo e della memoria.

 

La Macina 

 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

con la partecipazione straordinaria di

Filippo Paolasini, voce, chitarra

Paola Ricci, voce recitante

Gerardo Giorgini, fisarmonica

e

Gruppo “La Sciabica”, coro

 

DSC_2125 piccola.JPG DSC_2125 piccola.JPGimage241La Sciabica folkpiccola.JPG

Filippo Paolasini-Paola Ricci-Gerardo Giorgini- Coro “La Sciabica”

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

In caso di pioggia Chiesa San Giovanni Battsita di Montignano  

  

 

*

 

TRECASTELLI- MARTEDÌ 7 AGOSTO

GRANDE RITORNO DEL SUPERGRUPPO MACINA-GANG

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Ripe-Piazza Leopardi - Ore 22,00 -  Concerto  Grande della Sera 

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Trecastelli  

 

MACINA-GANG

in

NEL TEMPO ED OLTRE CANTANDO                                                  

“Canti al di là del tempo da Macina e Gang…” 

 

IN ESCLUSIVA REGIONALE

 

548e983d03a1e.jpg Marino-Gastone-Sandro. piccolajpg.jpg

Marino –Sandro Severini (Gang)_Gastone Pietrucci  (Macina)

IMG_7249.jpg

Macina-Gang-Sanremo-Teatro “Ariston”- Premio Tenco, 2004

 

 

 

“ Canti al di là del tempo da Macina e Gang […] Non è un disco nuovo dei Gang. Non è un disco nuovo de La Macina. Non è neanche il prodotto di due fattori. Ma è un disco emozionante. “Nel tempo ed oltre cantando” di Macina-Gang è, oltre che un bellissimo titolo, un grande progetto […] L’incrocio tra musica popolare e quel tanto di musica popolare che impegnava le canzoni dei Gang, ma anche il tentativo (riuscito) di innervare con forti venature rock i brani della tradizione, per arrivare a una nuova forma di canzone che possiede di ambedue le origini, senza né appartenere né distaccarsi dalle sane piante del rock e del folk. Folk-rock? Sì, se il termine non suonasse un po’ troppo “molle” ed estenuato. Questo disco, invece è ricco di grinta ma in una miscela che riporta ai fasti di “Storie d’Italia”. Le voci di terra e di vento di Gastone Pietrucci e di Marino Severini si intrecciano e si scambiano i ruoli, mentre gli altri sette musici tessono una trama senza smagliature su cui posare le formelle con le storie di antica o recente provenienza, ma con radice comune […] La voce di Gastone Pietrucci spiana le curve e le asperità del percorso e aggiunge un carico di dolore e verità con i graffi della sua voce vintage […] Ma il meglio viene direttamente da repertorio popolare su cui gli innesti dei Gang fanno miracoli […] Grande spessore […] “ (Leon Ravasi, Accordo, 8 marzo 2004).

Per il cinquantenario de La Macina, questo super gruppo segnalato dal Premio Tenco 2004, si riforma appositamente per la serata di Trecastelli. Un concerto di grande impatto e di altrettanto grande coinvolgimento, una vera e propria grande festa della musica, da non perdere!

 

MARINO-PIETRUCCI-SANDRO(GANG).jpg

Marino Severini-Gastone Pietrucci-Sandro Severini, Jesi, 2004

 

 

 

Gang

Marino Severini, voce , chitarra

Sandro Severini, chitarra elettrica  

 

La Macina  

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

*

 

MONSANO – GIOVEDÌ  9 AGOSTO

DALLA FRANCIA IN ITALIA

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Monsano - Cucina del Castello di Piazzetta Matteotti - Ore 18,00- Ore 22,00 - Concerti  su Prenotazione Obbligatoria 

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Monsano

 

SILVIA SPURI  FORNARINI  

in

ALZITI BELLA… *

Solo voce, organetto e tanta passione

DSCF6774piccola.JPG Polverigi2016OK (piccola).jpg

Silvia Spuri Fornarini

 

Per questa particolare performance saranno ammessi per ogni replica,

soltanto trantacinque “spettatori-testimoni” per volta, su prenotazione:

La Macina: 07314263 / 3356444547 / e-mail: lamacina@libero.it

 

 

Silvia Spuri Fornarini, conosciuta per caso, attraverso una bella fotografia scattata diversi anni fa a Polverigi, durante la Rassegna della Passione dal fotografo jesino Pietro Picchietti. Una foto che la ritraeva, imponente, bella, luminosa, “armata” di un organetto, mentre cantava felice a squarciagola per le vie di Polverigi.  Immediatamente, senza nemmeno pensarci, ho deciso che quella foto doveva diventare il manifesto  della trentatreesina Festa del Cantamaggio di Morro d’Alba, e così è stato. Poi ho approfondito la conoscenza, e ho scoperto che Silvia, oltre a suonare l’organetto è anche una brava interprete. Lei addirittura viene da una formazione classica sinfonica, poi “travolta” dall’organetto, ha incominciato a cimentarsi sulla musica popolare italiana e francese (essendo francese di madre lingua). Il suo repertorio comprende musiche popolari italiane, con particolare riguardo al repertorio de La Macina e naturalmente a quello francese. Così ho pensato di presentarla al Monsano Folk Festival 2018, nel piccolo, suggestivo spazio della Cucina del Vecchio Castello di Piazzetta Matteotti, dove bisognerà prenotare per essere tra i pochi fortunati “spettatori-testimoni” di questi eventi, imperdibili, di nicchia, come ormai sono diventati questi particolari appuntamenti, assolutamente da non perdere! (Gastone Pietrucci)

 

Silvia Spuri Fornarini, voce, organetto

 

MANIFESTO 2018piccolo.jpg

Silvia Spuri Fornarini ritratta nel Manifesto del

Cantamaggio di Moerro d’Alba, 18-19-20 e 31 Maggio 2018

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

*

AGUGLIANO – VENERDÌ 10 AGOSTO

UN LAVORO FRESCO, IRONICO, DIVERTENTE ADATTO A MOLTI PUBBLICI

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Agugliano - Piazza Baluffi -  Ore 22,00 -  Concerto- Spettacolo della Sera  

In collaborazione con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Agugliano

 

ROBERTO TOMBESI (Veneto)

in

GIROINGIRO…

CON NONCHALANCE

Musiche della tradizione e di sgangherati circhi di periferia

girovaghi cantastorie padani di  e con Roberto Tombesi

… e con la partecipazione straordinaria di ospiti a sorpresa…

TOMBESI ridpiccola.jpgpage6image256.pngpage2image264.pngPastedGraphic-1piccolo.jpg

Roberto Tombesi e tutto il suo… magico armamentario…

 

 

 

GiroInGiro

 ...con nonchalance

 

…chi? io, i miei strumenti musicali e due strani personaggi: una ruota, incastrata inutilmente su uno sgabello, per scegliere, facendola girare, cosa cantare-fare-raccontare; e una porta, che non si sa se serva per entrare o per uscire, per accogliere o meno amici. E ancora: due marionette che ci faranno compagnia e ci aiuteranno a sorridere, qualche ospite occasionale e tutti voi a girare la ruota, ascoltando e vedendo quello che per caso potrà accadere, cantando e suonando;

. . . perché? per ri-girare, se possibile, questo benedetto mondo, stando assieme, raccontandoci storie, ascoltando le memorie che – con i canti – vengono da lontano, senza voler prevedere dove possono andare, rincorrendo, assieme, il GiroInGiro, la vita;

dove? ovunque si possa stare bene assieme: in una casa di qualcuno, in una scuola, in un piccolo teatro e – perché no! – in un grande teatro (se venite in molti), in un ristorante o trattoria (solo se si mangia bene) o in un qualsiasi spazio di tutti e per tutti.

 

Roberto Tombesi è uno dei protagonisti della musica etnica italiana. Architetto, etnomusicologo, insegnante, polistrumentista e cantante, nel 1981 ha fondato col fratello Giancarlo lo storico ensemble Calicanto contribuendo a livello internazionale a diffondere e rivitalizzare la musica di tradizione e di ispirazione veneta e nord adriatica. Ha pubblicato numerosi cd e libri in Italia e all’estero ed è stato invitato nei più importanti festival internazionali, tra cui lo Smithsonian Folk Festival di Washington del 2002 (dedicato alla Via della Seta), diretto da Yo-Yo Ma. Artista a tutto campo, ha spesso operato con l’obiettivo trasversale teso ad un rapporto di osmosi tra le arti e le loro applicazioni; in quest’ottica sono da leggere sia le numerose e multiformi attività concertistiche, sia le esperienze di ricerca etnomusicale in Veneto, Istria e Dalmazia, i laboratori di arteterapia legati al disagio e alla malattia mentale (che hanno ispirato la nascita del coro Tuki Tuki), le performance di Land Art e le collaborazioni con l’ambiente cinematografico e teatrale (Luis Bacalov,  Juliette Binoche, Vanessa Paradis, Carlo Boso, Moni Ovadia, Marcello Chiarenza, Laura Curino, Titino Carrara, La Piccionaia, Pantakin da Venezia…). Ideatore, promotore e direttore artistico di innumerevoli festival (Pavana di Maggio a Padova, Pavana d’Estate a Teolo, La notte dei mantici a Riva del Garda, Ande Bali e Cante a Rovigo…), progetti ed eventi culturali (Padus, Adio Leon!, S-Confini Mediterranei, Orchestra Popolare delle Dolomiti…), in occasione dei 35 anni di attività musicale ha pubblicato il cd In ‘Sta Via, interamente dedicato all’organetto (strumento, della cui riscoperta e rivitalizzazione in Europa agli inizi degli anni ’80, è stato tra i protagonisti) e allestito il concerto-filò GiroInGiro ...con nonchalance in cui, con visionarietà, ironia e leggerezza, riassume un lungo e singolare percorso artistico caratterizzato da una costante attenzione verso le radici della tradizione, senza rinunciare a un ponte e a una tensione creativa verso la contemporaneità.

 

Roberto Tombesi, organetto, mandola, percussioni, voce e… fantasia

… e con la partecipazione straordinaria di ospiti a sorpresa…

 

In caso di maltempo il concerto si effettuerà nelal Chiesa di S.Anna di Agugliano

 

*

ANCONA – SABATO 11 AGOSTO

L’ARTISTA “STREGONE” INCONTRA L’”AEDO” MARCHIGIANO

Ancona- Mole Vanvitelliana – Ore 22,00 - Concerto- Incontro della Sera  

In collaborazione con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Ancona e la Fondazione Pergolesi Spontini “Viaggio nella vocalità popolare”

 

 

 

 In occasione della presentazione del foglio /manifesto, La Conversazione 2015,

a cura di Gastone Pietrucci e Stefano Santini

ENZO CUCCHI E GASTONE PIETRUCCI

con la partecipazione straordinaria di

MARIO SASSO, CARLO CECCHI e LA MACINA

in

RICORDANDO “LA CONVERSAZIONE” *

Tre grandi pittori, Enzo Cucchi,  Mario Sasso e Carlo Cecchi,

per i cinquanta anni di attività de La Macina

000013Kpiccola.jpg

Gastone Pietrucci e Enzo Cucchi (Monsano Folk Festival, 2015)

000006Kpiccola.jpg000001Kpicola.jpg

Servizio fotografico di Danilo Antolini

000016Kpiccola.jpg000015Kpicola.jpg

 

 

Enzo Cucchi è uno dei pochi veri pittori rimasti oggi,

ben visibile sulla mappa mondiale di Google Earth come lo sono i postmark che ci indicano i luoghi salienti.

Elegante, sconnesso, a volte stancante, eternamente carismatico, ieri, oggi, domani, per sempre.

Miltos Manetas

(dal libro,  Carlos D’Ercole, Vita sconnessa di Enzo Cucchi, Quodlibet, Macerata 2014)

 

 

13_aedo2.jpg 16_aedo_malinconico.jpg 

Due copertine della trilogia dell’ Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto de La Macina:

                                                                                                                                                                                                                                                            Enzo Cucchi, 2006                                                            Mario Sasso, 2010

Enzo Cucchi al lavoro.104-480x270.jpg DSC00055piccola.JPG

Enzo Cucchi                                                            Mario Sasso

 

  13879310_10208244845692020_1778051922564032486_n.jpg10258357_picola.jpg

Carlo Cecchi, autore della copertina del cd-book de La Macina,

La Macina.Nel vivo di una lunga storia, 2016

 

 

 

[...]  una compattezza di potenza   di meraviglia   di fortuna   di gloria  

ma è strano quest’erba che tu mentre giocavi lungo le strade  prendevi 

 però che è lì   come un bene comune    io ritengo La Macina come un bene comune insomma 

 immagino per lo spirito     per il sentimento   tante cose e rassomigliano tanto a quest’erba 

 se parti dal gioco della ruzzola   tu parti sempre da una formula matematica

  per me  La Macina rappresenta questo collante   è un bene comune

  La Macina insomma è quell’erba compatta  [...]           

Enzo Cucchi, Jesi, 4 Febbraio, 2006

Per l’inaugurazione del 30° Monsano Folk Festival 2015, a Monsano, nella suggestiva e teatrale Piazza dei Caduti, si sono trovati, insieme sul palco,  Gastone Pietrucci l’ “aedo marchigiano”, instancabile ricercatore e ripropositore della memoria musicale della gente marchigiana e Enzo Cucchi,  l’artista “stregone”, uno dei principali esponenti del nucleo storico della Transavanguardia italiana, a dialogare come due vecchi e cari amici sul suo lavoro, su quello de La Macina (che lui ha sempre amato) e con La Macina a fare da colonna sonora alle loro chiacchiere. Di quella irripetibile, magica, “incosciente”, straordinaria, indimenticabile “conversazione-serata” sarà pubblicato per questa serata anconetana, un foglio speciale con la trascrizione integrale di tutta la “conversazione” di Enzo Cucchi, con Gastone Pietrucci e con il pubblico, dal titolo di quell’indimenticabile sera, La Conversazione 2015a cura di  Stefano Santini  e Gastone Pietrucci.  Con Enzo Cucchi e Gastone Pietrucci, questa volta saranno sul palco, straordinariamente gli altri due pittori, Mario Sasso e Carlo Cecchi, artefici, tra l’altro, come Cucchi, delle copertine di tre, dei diciotto dischi de La Macina, nonché Stefano Santini, l’artefice, ideatore e grafico di questo foglio speciale. Come allora La Macina (al gran completo) intramezzerà gli interventi degli illustri ospiti.

 

 

Enzo Cucchi

Gastone Pietrucci

con la partecipazione straordinaria di

Mario Sasso

Carlo Cecchi

e

La Macina  

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

DSCF0204piccola.JPG DSCF0205picola.JPG

Monsano 2015. 34° Monsano Folk Festival, Piazza dei Caduti, durante le prove del pomeriggio.

Enzo Cucchi, autografa a Gastone Pietrucci il ibro Vita sconnessa di Enzo Cucchi, di Carlos D’ERcole

 

 

ENZO CUCCHI

QUEL MONDO NOTTURNO E FANTASTICO INVENTATO DA UN ARTISTA STREGONE

 

“ [...] Enzo Cucchi il più visionario tra i pittori della Transavanguardia [...] E in questo suo navigare furtivo, Cucchi mette in scena il solito affascinante mondo inventato, abitato da strani folletti, piccoli idoli magici e misteriosi, figure ibride, spiritelli dispettosi, stravaganti amuleti , animali saggi e teschi chiacchieroni che si arrampicano dappertutto, moltiplicandosi come frutti sugli alberi. Tutto arriva da mitologie antiche, dalla fantasia, dal sogno che può anche diventare incubo, dalla favole, dalla storia dell’arte, dalle leggende, dalla cultura popolare. Che però non ha nulla a che vedere con la Pop Art. Cucchi non prova nessuna attrazione per tutto ciò che è metropolitano, va a scavare in un universo antico, nelle storie contadine che gli arrivano dal suo paese d’origine, Morro d’Alba, nelle Marche, dov’è nato nel 1949. Pur vivendo a Roma dagli anni Settanta, il pittore torna frequentemente in quelli che sono i luoghi della sua formazione: da autodidatta, da poeta, da restauratore. Pittura, disegno, acquerello, terracotta, bronzo, mosaico: Cucchi li sperimenta tutti. L’artista ha davvero fatto suo il nomadismo, teorizzato da Bonito Oliva, come elemento fondamentale della Transavanguardia. Cucchi guarda, cita e afferra tutto quello che lo colpisce [...] Cucchi è un cantastorie [...]  uno stregone. Afferma di possedere « varie code, per non dire antenne [...] Cucchi sacerdote dell’ignoto armato di coda, sceglie di annusare segreti sotterranei per farli riemergere attraverso il suo inconfondibile segno. (Lea Mattarella, la Repubblica 2012).

 

 

MARIO SASSO (Staffolo, Ancona, 1934) La sua formazione di pittore avviene negli anni in cui acceso è il dibattito tra «astrattisti» e «realisti». Al 1958 risale la sua prima collaborazione, come grafico, con la Rai. Due anni dopo firma la sua prima sigla televisiva per il programma Non è mai troppo tardi. La sua indole di sperimentatore lo porta a far procedere parallelamente la ricerca pittorica, quella della progettazione grafica e quella legata alle nuove tecnologie. A differenza del diffuso atteggiamento antitelevisivo che caratterizza la coeva videoarte, Sasso include nel suo lavoro anche questo mezzo di comunicazione. Dal 1980, per effetto delle prime elaborazioni al computer, la tridimensionalità entra nella sua ricerca videografica: è il caso delle sigle del Tg2 e Tg3 che realizza nel 1984 e nel 1986. Nel 1990 coordina il progetto grafico di RaiSat e recupera, anche se in chiave tecnologica, la sua passata ricerca pittoricamente incentrata sul tema della città. Dal 1995 in poi, Sasso si concentra sulle videoinstallazioni multimediali. Le opere che appartengono a questa stagione sono caratterizzate dal dialogo con la tradizione cinematografica e pittorica del Novecento e rimandano al rapporto tra arte, città e natura. Del 2000 sono Trittico, lavoro che esalta la vocazione della videoarte al confronto e all’interazione con le altre discipline artistiche, e La torre delle trilogie. Tra le principali mostre recenti si ricordano: Tutte le strade portano a Roma?, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 1993; Cybernauti 2, Bologna, 1995; Il Tempo, la luce, la materia, Museo Cantonale d’Arte di Lugano, 1996; Sonambiente, Berlino 1996; Arte elettronica e linguaggi televisivi, Studi Rai di Roma, 1997; Lavori in corso 6, Galleria Comunale d’Arte Moderna di Roma, 1999; XIII Quadriennale d’Arte, Palazzo delle Esposizioni, Roma 1999; Esposizione Internazionale, Hannover 2000. Vive e opera a Roma. (Andrea Romoli).

CARLO CECCHIi. Nasce a Jesi nel 1949. Nel 1969 si diploma all’Istituto Statale d’Arte di Ancona dove è allievo dello storico dell’arte Vittorio Rubiu, che lo presenta a Burri e a Mannucci. Nel 1973 si diploma in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Urbino. Tra i suoi docenti figurano personaggi quali Concetto Pozzati, Pierpaolo Calzolari, Alberto Boatto, Renato Bruscaglia, Rodolfo Aricò, Massimo Dolcini, Roberto Sanesi, Mario Ceroli. Da allora realizza mostre personali e collettive in spazi pubblici e privati in Italia e all’estero. 
Il suo linguaggio, in prevalenza, pittorico si caratterizza per la sua forte autonomia espressiva, anche se Cecchi usa correntemente altre modalità espressive quali la scultura, il mosaico, la scrittura, istallazioni che spesso interagiscono tra loro. Dal 1974 è docente di pittura negli Istituti d’Arte e nei Licei Artistici 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

Ingresso simbolico:€ 1,00

 

In caso di maltempo il Concerto si terrà nel Teatro Sperimentale di Ancona

 

 

*

MONSANO – DOMENICA 12 AGOSTO

LA MACINA INCONTRA IL JAZZ

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Monsano - Piazza dei Caduti - Ore 22,00 – Concerto Grande della Sera 

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Monsano e di San Marcello

 

GASTONE PIETRUCCI & SAMUELE GAROFOLI QUARTET

in

RAMO DE FIORI

            I canti della tradizione orale marchigiana de La Macina incontrano il jazz

DSCN0724.JPG

Roberto Zechini-Gabriele Pesaresi-Gastone Pietrucci-Samuele Garofoli-Massimo Manzi

 

Immagine-53-17-10-59 ultimopiccolo.jpg

Copertina del cd Gastone Pietrucci e Samuele Garofoli Quartet

 Ramo de fiori, RaRa Records, PHM130710PG, 2013

Foto: Maurizio Paradisi, 2013

Grafica: Immaginario di Giovanna Fracascia

 

A coronamento dei suoi primi quarantacinque anni di attività (1968-2013), La Macina presentò questo inedito, imperdibile, grande progetto musicale, dove il jazz incontrava, contaminava e rinnovava” la musica popolare ed in particolare alcune delle più belle canzoni del Gruppo La Macina.  “Ramo de fiori” (La Macina incontra il jazz) è il titolo di questo evento: un esperimento inedito ed estremamente interessante, con la "voce scura e torturata"  di Gastone Pietrucci a fare da contraltare all'inventiva di Samuele Garofoli, tromba e flicorno Roberto Zechini, chitarra ed elettronica, Gabriele Pesaresi, contrabbasso e Massimo Manzi, batteria (quattro tra i più importanti e significativi esponenti della scena jazz marchigiana ed internazionale) dei loro intensi, suggestivi ed innovativi arrangiamenti. L'incontro tra Gastone Pietrucci e Samuele Garofoli è l'incontro tra due esperienze musicali molto diverse tra loro e mai venute a contatto: il jazz e la musica popolare marchigiana. Apparentemente inconciliabili e distanti, i due mondi offrono invece tantissimi punti di contatto che nel confronto sono stati portati alla luce e sviluppati. La trasmissione prevalentemente orale della musica, l'improvvisazione, la capacità di interagire con i luoghi, sono caratteristiche comuni della tradizione folklorica e jazzistica, e forniscono le basi su cui è costruito l'evento. Le melodie semplici ma perfette della musica tradizionale, si fondono così con armonie e arrangiamenti moderni e raffinati, donando nuova luce ai testi toccanti o conturbanti delle antiche canzoni, le cui tematiche sull'emigrazione, sulla guerra e su amori inconfessabili, sono tutt'ora fin troppo attuali.  Un prodotto completamente nuovo, intrigante e coinvolgente che spiazzerà probabilmente i “puristi”, i “nostalgici” e i “custodi” del folk più puro ed... incontaminato, ma che senza dubbio farà discutere, emozionerà, trasportando ed evolvendo la musica popolare, in un altro linguaggio, quello della sperimentazione, della contaminazione di due mondi musicali così lontani, ma straordinariamente così vicini e d in fondo così simili e complementari. 

 “[…]  Ho sempre stimato Gastone e la sua Macina , per i suoi “scavi archeologici” sulla musica popolare che lui mi ha “avviato”ad amare,la vita amara delle “filandare”, i loro sfibranti tempi di lavoro che,tuttavia non riuscivano ad inibire i loro pensieri d’amore cercato e talvolta perduto. Le speranze e le attese di un mondo migliore, tutto profondamente semplice e toccante in quelle canzoni in cui il popolo del lavoro si riconosceva e la seta delle fabbriche risuonava di quei canti. Si sa che anche il jazz deriva dal cotone del blues, anch’esso ha radici profondamente  popolari,la stessa malinconia, stessa fatica fisica e struggimento amoroso. Quale idea migliore quella di mescolare le due esperienze? […]

(Carlo Cecchi, Contrattempo parallelo, 26 Giugno 2013).                                                                          

 

con

Gastone Pietrucci, voce

 

Samuele Garofoli Quartet

 Samuele Garofoli, tromba flicorno

 Gabriele Pesaresi, contrabbasso

Roberto Zechini, chitarra elettrica

Massimo Manzi, batteria

 

gastone2.jpgSamuele Garofolipiccola.jpgGabriele Pesaresi (2)piccola.jpgRoberto Zecchinipicola.jpgMassimo Manzipiccola.jpg

Gastone Pietrucci-Samuele Garofoli-Gabriele Pesaresi-Roberto Zechini-Massimo Manzi

 

 

 

 

In caso di maltempo il Concerto si terrà al Teatro “Ferrari” di San Marcello

(5 Km. Da Monsano)

 

*

 

MONSANO – LUNEDÌ  13 AGOSTO

DIVERTISSIMENT IN … CUCINA!

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Monsano - Cucina del Castello di Piazzetta Matteotti - Ore 18,00- Ore 22,00 - Concerti - Spettacoli su Prenotazione Obbligatoria 

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Monsano

 

ALLI’ CARACCIOLO E MARIA NOVELLA GOBBI

in

I DUE GIORGETTIERI  *

(anzi quattro) 

irresistibile divertissement letterario-musicale per pochi fortunati spettatori-testimoni

 

con la partecipazione straordinaria di 

Marco GIGLI e Gastone PIETRUCCI

 

CARACCIOLO-PIETRUCCI.jpgMaria Novella Gobbi 2000piccola.jpg

Allì Caracciolo-Maria Novella Gobbi

 

PERSONAGGI

 

I TRE GIORGETTIRI

Giogiàthos

Giòrthos

Giogianis cui si aggiunge il quarto Giorgettiere

D’Argiognàn

 

IL RE

Gastigi XIII

 

LA REGINA

Novellagna d’Austria residente a La Ville Potensà

 

IL CARDINALE CELLINESIEU

 

LA PERFIDA ALLEDY

 

IL DUCA DI SPOSETTINGHAM neglio detto Il Duca di Spottingham

 

LE GUARDIE DEL CARDINALE

Adrianis Le Violenus

Marcus Le Jougler

Robertò Le Phisà

 

con

 

Allì Caracciolo, voce recitante

  Maria Novella Gobbi, voce recitante

con la partecipazione straordinaria di

Gastone Pietrucci, voce

 Marco Gigli, chitarra, voce

 

Regia di Allì Caracciolo

 

 

Il 23 aprile, che il calendario romano dedica a San Giorgio, ricorre il giorno onomastico di due giganti della Macina di Gastone Pietrucci e dello Sperimentale Teatro A, o STA, di Allì Caracciolo e Maria Novella Gobbi, due esseri indispensabili e sublimi: Giorgio Cellinese, anima e mentore di Macina e Giorgio Sposetti, centro e riferimento di STA.

Da lungo tempo si suole celebrare tale ricorrenza e felice congiunzione con un testo originale, composto ogni anno da Allì e Maria Novella in parodia di opere famose, quali La Giorgina Commedia, Giorgerentolo, Giorgeretto rosso, Giorgiocchio, I promessi Giorgi, e molte altre, rappresentate nel fatidico giorno al cospetto del Drago a due teste, Giorgione/Giorgino, con la grande interpretazione degli autori, dell’Aedo cantore e del suo menestrello Marco Gigli.

Vi presentiamo l’edizione “Georgeide 2018”: I due Giorgettieri (anzi quattro), tratto dal capolavoro dell’… inconsapevole Alessamdro Dumas, I tre moschettieri.

Allì Caracciolo,

 

Giorgio1 in Argentina.JPGLa studiosa Giorginella.jpg

Giorgio Cellinese- Giorgio Sposetti

 

 

Per questa particolare performance saranno ammessi per ogni replica,

soltanto trentacinque “spettatori-testimoni” per volta, su prenotazione:

La Macina: 07314263 / 3356444547 / e-mail: lamacina@libero.it

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

*

 

CUPRAMONTANA-VENERDI’ 17 AGOSTO

RITORNA LA GRANDE VOCE FEMMINILE DE LA MACINA

__________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Cupramontana - Chiostro di San Lorenzo-Ore 22,00- Concerto- Incontro della Sera

  In collaborazione  con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Cupramontana

 

EMMA MONTANARI  E  GASTONE PIETRUCCI

con la partecipazione straordinaria di

MARCO GiGLI e ADRIANO TABORRO

in

ALL’INCROCIO DELLE VOCI  *

Un’anima a due voci per Gastone e Emma.

10835320piccola.jpgGastone piccola_n.jpg 

Emma Montanari – Gastone Pietrucci

 

614752_piccola.jpg10271241_piccola.jpg10378938_npiccola.jpg

Emma Montanari

foto Gas Aedo 2.jpg12472491_10208246345809522_9105335554100876283_n.jpg

Gastone Pietrucci – Adriano Taborro-Marco Gigli

 

Emma Montanari, ha fatto parte, nei primi anni ’80, della formazione storica friulana La Sedon Selvadie, poi unica voce femminile del Gruppo La Macina, con il quale ha inciso nel 1988, l’album , Marinaio che vai per acqua…., attualmente con il gruppo In Compagnia (formato dall’unione del gruppo austriaco Aniada a Noar ed il Trio friulano Altrioh ). Metà marchigiana (anconetana) e metà friulana (gemonese), Emma, sorretta dalla sua calda, inconfondibile voce, così scura e solare, accompagnandosi con il suo fedele violone (liron), incrocerà la “voce abisso” di Gastone Pietrucci, leader de La Macina, farà incontrare queste due anime, quella, marchigiana e quella friulana. Così verranno presentate a confronto, il repertorio di ballate, di canti religiosi, di ninne-nanne, di canti infantili, di canti di cantastorie, in un rapido exursus tra queste due culture e civiltà così lontane, in un ideale confronto-raffronto sul filo della memoria e dell’affetto. I marchigiani Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino e Marco Gigli, chitarra, canto, controcanti, arricchiranno con la loro amichevole partecipazione straordinaria, il già prezioso e suggestivo concerto: una vera “chicca” del Monsano Folk Festival, in prima nazionale.

 

CURRICULUM DI EMMA MONTANARI

10655201_10204803017066856_8054259712694365071_o.jpg13512074piccola.jpg11194584_480251185470475_2733314944045513830_opiccola.jpg12891771_1689093027997657_8343273960499177745_opiccola.jpg12891156_1689093577997602_7624412531921743643_opiccola.jpg

 

Negli anni 70 inizia a cantare con il Canzoniere di Ajello. Poi insieme a Emilio Gottardo, Alberto Durì e Gianni Conti fonda il Canzoniere Friulano a Udine.  Nel 1972 conosce Dario Fo e Franca Rame e, con la loro collaborazione faranno uno spettacolo sulla storia del cementificio di Lestans contro l’inquinamento e in difesa della salute della popolazione. Negli stessi anni collabora con Gualtiero Bertelli e Sandra Kersevan. Negli anni 80 incontra Andrea del Favero, Giulio Venier, Glauco Toniutti, Marisa Scuntaro e Stefano Copetti che avevano da  poco fondato La Sedon Selvadie e passa al repertorio della tradizione friulana. Nel 1986 entra a far parte del gruppo di ricerca marchigiana La Macina; dal 1988 grazie al suggerimento di Gastone Pietrucci di unire le sue due anime (marchigiana e friulana) inizia a lavorare in tal senso. Dopo aver partecipato al lavoro con Giulio Venier con i Furclap (1991) “4 carantan 4” (pietra miliare del passaggio dalla riproposta tradizionale all’influenza rock) prende una pausa dalle scene per fare la mamma. Nel 1994  riprende l’attività musicale e fonda con Giulio Venier, Flavio Bortuzzo e Paolo Manfrin il gruppo folk Emma Montanari Grop che si esibirà fino al 2012 incidendo un disco nel 2005 facendosi conoscere in Friuli ed in Austria. Nel 2006 partecipa alla fondazione del gruppo Intantocanto insieme a Barbara Dall’Armi, Claudia Grimaz, Nicoletta Oscuro, Sandra Kersevan, Eleonor e Gabriella Gabrielli. Nel 2008 insieme a Marisa Scuntaro e Lucia Clonfero (violinista)  e la partecipazione di Priska (chitarrista) fondano il gruppo Feminis. Nel 2011 dopo lo scioglimento dell’Emma Montanari Grop insieme a Giulio Venier e Michele Pucci ha fondato l’Emma Montanari Trio partecipando ai progetti “Luce” e “Incompagnia” insieme al gruppo austriaco Aniada a Noar.  All’inizio del 2012, dopo la tournée in Iran dà vita al gruppo Altrioh con Giulio Venier e Gianluca Caberlotto. incidendo il loro primo album  musica acustica e sperimentazione elettronica, dove si fondono tra sfumature e filastrocche folk, ma anche recitati su atmosfere jazzistiche, antiche danze dagli sviluppi rock che riconducono sempre alla ricerca delle radici di ognuno dei tre musicisti. Dalla Val Resia alla Carnia al Veneto cimbrico, dalle Marche all’Abruzzo alla world music, tutto filtrato attraverso la pirotecnica e imprevedibile voce di Emma, le chitarre acustiche ed elettriche di Jan e la fantasia a cinque corde di Giulio. 

                    

DISCOGRAFIA

- Libers… di scugnÎ là (canzoniere friulano)

- Il gri e la moscje (Sedon Salvadie)

- Marinaio che vai per acqua… (Macina)

- 4 Carantan 4 (Furclap)

- Dagli Appennini alle Alpi (Emma Montanari Grop)

- Grave (Rocco Burtone)

- Canti Randagi per Fabrizio De André (Sedon Selvadie)

- Di ca, Di là dall’Aghe (Raccolta etno-musicale  a cura di Giulio Venier e Paolo Manfrin)

-  Musica di confine (omaggio a Sergio Endrigo a cura del maestro Sivilotti e Alberto Zeppieri)

- Confins (Altrioh)

 

Emma suona un Liron (costruito da Endo Marocutti, artigiano carnico, il 22 gennaio 1984 a Treppo Carnico)

 

20180707_183833.jpg

Gastone Pietrucci e Emma Montanari-Spilimbergo-7 luglio 2018

prima del concerto de La Macina in Piazza Duomo (40° Folkest)

 

 

con

Emma Montanari, voce, violone (liron)

Gastone Pietrucci, voce

 

con l’amichevole partecipazione straordinaria di

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, oud

Marco Gigli, chitarra, voce, controcanti

 

Ideazione e Regia, Gastone Pietrucci

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

Prima

*

 

CAMERATA PICENA – SABATO 18 AGOSTO

LA “VOCE” DELLA FILANDA JESINA

____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Camerata Picena – Ore 22,00 – Corte del Castello del Cassero – Concerto- Spettacolo della Sera

In collaborazione con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Camerata Picena e la Fondazione Pergolesi Spontini  “Viaggio nella vocalità popolare”

 

 

 

Alla “radiosa presenza”  Gianfranco Costarelli

 

LA MACINA E MUGIA BELLAGAMBA

in

LA FILANDRA E’ ‘NA GALERA…

Le lacrime, il sudore, la fatica, la gioia, il dolore, la rabbia, la rassegnazione,

la speranza, la nostalgia, i ricordi nei canti e nei racconti della filanda jesina

DSC_0973. piccolajpg.jpgfotomugia4.jpg

La Macina- Mugia Bellagamba

 

F1000010.JPGf_processo_jesi41-mugia2.jpg

Le “filandare” jesine – Mugia Bellagamba

 

 

La serata per Gianfranco Costarelli

 

Sempre mi torna in mente

la radiosa presenza. La qualità della luce

la qualità del ricordo si somigliano.

[…] 

Allì Caracciolo, La distanza in La Insomiglianza, 2007

 

DSCN0168 - Copia.JPG9-Cassero-piccola470x320.jpgDSCN0168 - Copia.JPG

Corte del Castello del Cassero (Camerata Picena), serata tradizionale acustica

del Monsano Folk Festival Dedicata ogni anno a

Gianfranco Costarelli e alla sua “radiosa presenza”

 

 

 

Grazie ad un fortunoso e provvidenziale sbobinamento avvenuto recentemente di ben quattordici bobine sepolte tra tutte le altre registrazioni, dell’inedita Raccolta (frutto di una più che quarantennale, appassionata e frenetica ricerca sul campo di Gastone Pietrucci), ora sono venute alla luce quelle sue registrazioni-interviste fatte ad un Gruppo di ex-Filandare jesine, nel 1989  in occasione della realizzazione e della pubblicazione, nel 1990, del CD: Io vado allà filandra...(Canti della filanda jesina) curato dal Pietrucci stesso.

Ora, con questo Concerto-Spettacolo, La filandra è ‘na galera… attraverso la splendida voce narrante e “popolare” di Mugia Bellagamba, inframezzate dai canti della filanda jesina eseguiti dalla “scheggiata voce di pietra e di vento” di Gastone Pietrucci, leader, anima e “voce” de La Macina, accompagnato da tutta La Macina, in un abbinamento di sicuro impatto emotivo e di grande pathos,  le loro storie così dure, forti, potenti, uscite fuori dalle quelle trascrizioni integrali delle mie interviste, ritornano a “vivere” e a ricordarci la loro vita e quella del duro lavoro della filanda.

Da questi anche se pur piccoli, ma significativi frammenti, ne viene fuori uno spaccato di vita di queste splendidi, forti, determinate, grandi donne, protagoniste a tutto tondo della loro e della nostra storia. Una storia minima, una microstoria, ma non per questo meno importante (soprattutto per le nuove generazioni) di queste generose, combattive donne, alle quali l’incuria del tempo e l’indifferenza (direi “criminale”) della nostra smemorata società, vuole togliere e cancellare ancora una volta, non solo la loro voce, ma anche il loro ricordo. E invece, anche grazie a questo Concerto-Spettacolo: La filandra è ‘na galera... presentato in una versione, acustica,  le lacrime, il sudore, la fatica, la gioia, il dolore, la rabbia, la rassegnazione, la speranza, i ricordi, il canto e la parola di queste grandi, umili e forti lavoratrici e donne della filanda jesina, ritornano, quasi per miracolo, a farsi sentire, più potenti della nostra ignavia, della nostra “piccola” e fragile memoria.

Nell’anno dei festeggiamenti per i cinquanta anni di attività de La Macina: Non altro che il canto (1968-2018- Cinquanta anni d’arte e di passione de La Macina), questo de La filandra è ‘na galera… è uno, tra i tanti progetti musicali di questo tenace gruppo marchigiano che saranno riproposti nei posti più raccolti, “protetti” e suggestivi, nell’ambito del 33° Monsano Folk Festival 2018.

 

con

La Macina 

Gastone Pietrucci  voce

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

Riccardo Andrenacci, batteria, percussioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

e con la partecipazione straordinaria di

Mugia Bellagamba, voce recitante

 

Ideazione, cura e Regia: Gastona Pietrucci

 

 

Ingresso simbolico € 1,00

sino ad esaurimento dei posti

 

 In caso di maltempo il Concerto si terrà all’interno della Corte del Castello del Cassero

 

 

*

 

SERRA DE’ CONTI – DOMENICA 19 AGOSTO

ALLA SCOPERTA DELL’ “ALTRA” MUSICA

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Serra de’ Conti – Giardini d’Osteria -  Ore 22,00  Concerto-Incontro della Sera

In collaborazione con il Comune e l’Assessorato alla Cultura di Serra de’ Conti

 

  

CHOPAS TRIO   *

in

MALEDETTA SIA SEMPRE LA GUERRA

Canzoni popolari di protesta, di lotta, di resistenza dai “sud” del mondo

,12745496_piccola.jpg.  

Chopas Trio in concerto con

Adriano Taborro, violino - Roberto Picchio, fisarmonica

Chopas (Simone Coppari), cuore rosso e voce nera, è un artista che da solo riesce a tenere il palco per più di due ore, suonando quattro strumenti (chitarra acustica-grancassa-cembalo attaccato alla gamba-armonica a bocca) più la potenza di una grande voce, che ricorda la ruvidità , la “pazzia” e la dolcezza di quella del folksinger americano, Tom Waits. Chopas è da sempre legato alla musica; da segnalare la recente partecipazione a Musicultura 2011 che l’ha visto tra i sedici finalisti con il brano Se alzo le mani tocco il fondo, contenuta nel CD della XXII edizione. del Festival. Con Musicultura gira anche da due anni all’interno dell’Ensemble musicale de La Compagnia come interprete e musicista di Ricordar Cantando, Canzoni e Canzonette e delle altre produzioni ideate e curate da Piero Cesanelli, direttore artistico di Musicultura. Proprio per l’edizione attuale del Monsano Folk Festival, dopo l’interessante, Sulle strade del folk,  montato appositamente per la serata di Morro d’Alba dell’anno scorso, dove ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica,  Chopas ha preparato un nuovo spettacolo, Maledetta sia sempre la guerra (Canzoni popolari di protesta, di lotta, di resistenza dai “sud” del mondo) che verrà presentato per la prima volta a Serra de’ Conti, sempre arricchito dalla presenza del maestro concertatore de La Macina, Adriano Taborro, (chitarra acustica, chitarra elettrica e mandolino) e dalla fisarmonica di Roberto Picchio, con la partecipazione straordinaria di Gastone Pietrucci, “voce” e anima del Gruppo,  La Macina.

 

 

 

14915641_10208260810820343_3752078488547886016_npiccola.jpgLa Macina Live_ piccolaCorinaldo-8550.jpgDSC_6972. piccolajpg.jpg  

Adriano Taborro – Roberto Picchio -Gastone Pietrucci

17424781piccola.jpg17353207_10208395011500623_5350715477350245340_n.jpg

Chopas con Adriano Taborro e Roberto Picchio

 

con

Chopas, voce,  chitarra acustica-grancassa-cembalo attaccato alla gamba-armonica a bocca

Adriano Taborro, chitarra, mandolino, violino, voce

Roberto Picchio, fisarmonica

 

e con l’amichevole partecipazione straordinaria di

Gastone Pietrucci  voce

 

 

In caso di maltempo il Concerto si terrà nella Chiesa di San Michele di Serra de’ Conti

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

Prima

 

*

JESI – GIOVEDÌ  23 AGOSTO

OMAGGIO A WALTER  PIACESI

Jesi- Studio par l’Arte della Stampa SAS (Portavalle) -  Ore 19,00  Concerto del Tramonto

Con il sostegno del Comune e l’Assessorato alla Cultura di Jesi e la Fondazione Pergolesi Spontini

 

LA MACINA

in

MARINAIO CHE VAI PER ACQUA… *

Omaggio a Walter Piacesi

 

image001.gif   4_lp4.jpg

Walter Piacesi, Il passero solitario (incisione/particolare)- Walter Piacesi, Scogliera adriatica, 1987 acquarello

appositamente eseguito per la copertina del disco de La Macina, Marinaio che vai per acqua…,1988

 

11951963_524065854411207_4616867288638987959_n.jpg

La Macina

 

Il 28 Aprile 1985 a Recanati, nell’Aula Magna del Palazzo Civico, in occasione della presentazione della inedita cartella di acqueforti di Walter Piacesi, “Le Marche, spiagge/campagne/paesi”, il Gruppo di canto Popolare La Macina si esibì in Concerto per Walter Piacesi, alla presenza dell’autore, che entusiasta alla fine del concerto, firmò il libretto di sala così: Al caro, bravo Gastone Pietrucci in viva riconoscenza da Walter Piacesi”. Grazie a quel concerto e  a quella fortunata conoscenza, Piacesi ci diede il permesso di usare come logo de La Macina, Il Passero solitario (particolare di una sua incisione dedicata a Giacomo Leopardi). In seguito, nel 1988, in occasione dell’uscita del nostro quarto Lp, Marinaio che vai per acqua…ci fece il grande onore di realizzare, appositamente per la copertina,  il suo acquarello Scogliera adriatica, 1987. Nell’anno dei festeggiamenti per il cinquantenario de La Macina, ci è sembrato giusto ricordare, a trent’anni dall’uscita del Marinaio che via per acqua…,questo grande artista marchigiano, insieme agli altri tre grandi pittori, Enzo Cucchi, Mario Sasso e Carlo Cecchi, che in seguito hanno gentilmente realizzato ed impreziosito altrettante nostre memorabili copertine.

 

 

 Walter Piacesi

Per maggiori informazioni sull’artista, si rimanda a Walter Piacesi, con una prefazione di Renzo Biasion, Torino, Salamon, 1975; Walter Piacesi: passione e materia con una presentazione di Floriano De Santi, Fermignano, Ca’ Spinello, 1987; la stessa Ca’ Spinello ha inoltre dedicato all’autore svariati cataloghi, per i dipinti (1987) e per le incisioni (1989) e Walter Piacesi, pittore e incisore,catalogo a cura di Paolo Piacesi e Francesco Rossi, Fossombrone, Comune, 2009.

[Barbara Taccone]

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 


Donna   Maria Novella Gobbi

Uomo e Notaio     Fabio Bacaloni

Uomo Giovane e Sposo   Stefano Petracci

Donna Giovane e Sposa  Maria Stella Righetti

 

Musici

Cantore  Gastone Pietrucci

Violino-Chitarre  Adriano Taborro

Fisarmonica   Roberto Picchio

Chitarra   Marco Gigli


 

Costumi  Maurizio Agasucci

Ricerca  Giorgio Sposetti – Maria Novella Gobbi – Gastone Pietrucci

Assistente alla Regia   Maria Novella Gobbi

 

Regia   Allì Caracciolo

 

Prima Nazionale

 

In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà interamente lungo il camminamento della “Scarpa”

 

 

I RISTORANTI DI MORRO D’ALBA VIN’CANTA E RISTORANTE DAL MAGO

PER L’OCCASIONE PREPARERANNO APPOSITI MENU’ SPECIALI PER IL DOPO SPETTACOLO

(Per eventuali prenotazioni è consigliabile telefonare a Vin’canta: telef. 073163252 e Dal Mago: telef. 073163039)

*

 ROSORA – MERCOLEDÌ  29 AGOSTO

“… PENSERO’ AD EMIGRANTI SOPRA NERI VAPORI…”

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Rosora - Centro Culturale “Don Milani” (La cantina del pievano -  Ore 22,00  Concerto della Memoria

In collaborazione con il Gruppo Detego di Rosora

 

GASTONE PIETRUCCI E LAURITA PERGOLESI  (Argentina)

con

                                                              MARCO GiGLI e ROBERTO PICCHIO MARCO BETO PICCHIO

 e la partecipazione straordinaria di

MILENA GREGORI, voce recitante

in

DUE CORRENTI DI DOLORE ATTRAVERSAVANO L’OCEANO…  *

Dall’Italia in Argentina con l’affetto della memoria

IMGP0590 - Copia.JPG

Gastone Pietrucci-Laurita Pergolesi

IMGP0588piccola.JPGIMGP0594piccola.JPGIMGP0595picola.JPGIMGP0596piccola.JPG

 

image100.jpgfoto laurita.jpgimage116LMacina-39 piccola.jpg

Milena Gregori  -  Laurita Pergolesi  - Marco Gigli  - Roberto Picchio

 

 

 

 

Due correnti di dolore attraversavano l’oceano…

Dolores Prato, Giù la piazza non c’è nessuno

 

 

“… penserò ad emigranti

sopra neri vapori

-          ciminiere giganti,

guluppe, albe dulori…”

Franco Scataglini, De te io troppo dissi

 

 

 

Dopo il primo lavoro sull’emigrazione del 2000, Benediciamo a Cristoforo Colombo…, presentato per la prima volta a Montrèal (Canada), poi rimontato nel 2001, come, Io me ne vojo andà pel mondo sperso…, con le voci narranti di Allì Caracciolo e Maria Novella Gobbi e l’altro specifico del 2004, sull’emigrazione verso l’ America del sud, De la Argentina en Italia con en afecto de la memoria con la partecipazione straordinaria della cantante italo-argentina Laurita Pergolesi,  e quello montato nel 2017,  Ma come è grande il mare se ti divide il mare… ( titolo tratto da una stupenda canzone Argentina, del cantautore calabrese Cataldo Perri ), La Macina, ha riprogettato questo nuovo, “doveroso” lavoro su i ricordi, le lettere, le emozioni, il dolore, la lontananza, le lacrime, la rabbia, lo sconforto e la speranza e la fatica della grande emigrazione marchigiana (“la via spinosa”) verso le Americhe, in modo particolare verso l’Argentina.

Attraverso la scura e torturatao”di Gastone Pietrucci, e quella calda e struggente della cantante italo-argentina Laurita Pergolesi ,la chitarra di Marco Gigli, la fisarmonica di Roberto Picchio e la voce narrante di Milena Gregori si racconterà la storia dell’emigrazione ed il “cammino della speranza” di milioni di nostri connazionali,  quando eravamo noi quelli “scuri, sporchi e cattivi” .

Un ringraziamento particolare al Gruppo Detego di Rosora, che ha permesso con la sua generosità ed il suo entusiasmo di ritornare dopo diversi anni a Rosora con il Monsano Folk Festival.

 

 

Nel 2007 Laurita Pergolesi, si è esibita come solista, nell’auditorium dell’università Pontificia Salesiana di Roma, in duo, insieme al percussionista Andrea Barbadori .

Sempre nel 2007, con l’Ensemble italo-argentino (Laurita Pergolesivoce, chitarra, comboGastone PietruccivoceChristian Riganellifisarmonica, Andrea Barbadori,  batteria, percussioni, Chiara Burattinivioloncello) ha ideato e partecipato insieme a Gastone Pietruccileader e“voce” de La Macina, il Concerto-Spettacolo, su canto della tradizione nataliza italiana ed argentina “A da nasce un bel bambino.../ Nacera un nene lindo...” (Il canto del Natale tra i due Mondi).

 

 

 

con

 

Gastone Pietrucci  voce

Laurita Pergolesi, voce, chitarra

Marco Gigli chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica

e

con la partecipazione straordinaria di

Milena Gregori, voce recitante

 

Regia: Gastone Pietrucci    

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

 

*  

 

MONSANO - GIOVEDÌ 30 AGOSTO

CONCERTO-APERITIVO DEL CAFFÈ

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Monsano - Piazza Mazzini-  Ore 18,00 -  Concerto del Caffè

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Monsano e il Bar Centrale Riccarda di Monsano  

 

CHOPAS

in

A SOLO   *

L’uomo-orchestra: cuore rosso e voce nera

16508621_piccola.jpg424361_piccola.jpg430075_248856265192634_633380968_n.jpg

Chopas

326444_piccola.jpg941404piccola.jpg340216_piccola.jpg

Chopas (Simone Coppari), cuore rosso e voce nera, è un artista che da solo riesce a tenere il palco per più di due ore, suonando quattro strumenti (chitarra acustica-grancassa-cembalo attaccato alla gamba-armonica a bocca) più la potenza di una grande voce, che ricorda la ruvidità , la “pazzia” e la dolcezza di quella del folksinger americano, Tom Waits. Chopas è da sempre legato alla musica, ed anno dopo anno, sta scoprendo le sue radici popolari. Ora qui per il Concerto del Caffè, Chopas, è veramente solo, con la sua incredibile, potente, dirompente voce ed i suoi strumenti e A solo è il titolo della sua performance. Ma lui sarà capace di coinvolgere con la sua musica, con la sua voce,  con il suo entusiasmo e la forza della sua grande personalità e generosità.

 

 

 

Chopas,

voce,  chitarra acustica-grancassa-cembalo attaccato alla gamba-armonica a bocca

 

 

L’APERITIVO DOPO IL CONCERTO SARA’ OFFERTO GENTILMENTE
DAL
 BAR CENTRALE DI RICCARDA-MONSANO

    

 

saluti_da_monsano_piccola2.jpg

Monsano-Piazza Mazzini-Bar Centrale di Riccarda

 

In caso di maltempo il Concerto si terrà nella Sala Consiliare del Comune di Monsano

 

 

* In esclusiva per il Monsano Folk Festival

 

 

 

*  

MONSANO – VENERDÌ  31 AGOSTO

VOCE, RITMI E COMTAMINAZIOMI DELLA MUSICA POPOLARE NAPOLTANA

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Monsano - Piazza dei Caduti - Ore 22,00 – Grande Concerto di Chiusura 

In collaborazione con il Comune, l’Assessorato alla Cultura di Monsano e di San Marcello

COMPAGNIA DALTROCANTO (Campania)

in

DI TERRA DI MARE DI STELLE

Un suono antico che si fa attuale

 

CompagniaDaltrocanto2018_piccola.jpg

Compagnia Daltrocanto

 

antonio_giordano_002piccola.jpg flavio_giordanopiccola.jpg 
Antonio Giordano - Flavio Giordano -

francesco_fasanaropiccola.jpgbruno_mauropiccolo.jpg

Francesco Fasanaro- Bruno Mauro

 

Un suono antico che si fa attuale, che ama le radici sonore della propria terra capaci di un continuo rigenerarsi. E così strumenti tradizionali come zampogna e ciaramella si combinano naturalmente con violino, sax, chitarra,  bouzuki, basso e batteria in un sound attuale e trascinante, per un repertorio che alterna brani originali a tradizionali riletti in una veste tutta nuova. Un cammino che continua da oltre 10 anni  in costante divenire tra quello che è stato, quello che è e quel che ancora dovrà essere. La Compagnia Daltrocanto ha al suo attivo quattro album: Di terra di mare e di stelle (2017) in cd e vinile, composto da brani originali; Tra le pieghe di un cielo stellato (2015); Ce sta sempe nu sud (2011) edito anche in vinile nel 2013; Macedonia Mediterranea (2009), ai quali si aggiunge l’album Le Zampogne di Daltrocanto - Seguendo la stella cometa (2010) dedicato alla tradizione del Natale.  Ha, inoltre, prodotto due videoclip: Tammorriata della Valle Offesa (2014); Lu trenu de lu suli (2012). Il gruppo ha, tra l’altro, ricevuto il Premio Pino Veneziano nel 2012; vinto, con il videoclip Lu trenu de lu suli, il 1° premio alla XVI edizione del Valsusa Filmfest per la sezione di concorso videoclip musicali; raggiunto le finali del Premio Musica Controcorrente 2014 e del Premio Pierangelo Bertoli 2013, tornandovi come ospite nel 2016.

Il nuovo album, Di terra di mare e di stelle, costituito quasi interamente da brani composti dal gruppo, racconta frammenti di vita, quindi d'amore, ideali, sogni e passioni; racconta di un percorso musicale in equilibrio tra la certezza del presente e la suggestione del futuro. Un viaggio che ha spesso incrociato - nella curiosità e nel piacere della reciproca scoperta - tanti, e a volte insospettabili, amici. Proprio come i preziosi ospiti di questo disco: Cisco Bellotti, Alberto Bertoli, Marino Severini Gang), Roberto Billi, Alexian Santino Spinelli, Giuliano Gabriele, Edu Vessella, Salvatore Visaggi, Antonello G. Volpara Budano, Roberto Colella, Vincenzo Romano, Laura Paolillo.

 

“Sono passati dieci anni lungo la strada, dieci anni di concerti, avventure, canzoni ed incontri. Una storia che abbiamo deciso di raccontare in un disco, il quarto della nostra avventura ma il primo composto prevalentemente di brani di nostra composizione. Nasce così Di terra, di mare e di stelle, dieci brani cantati insieme a dieci amici incontrati lungo questi dieci anni di strada. Una canzone per ogni amico, una canzone per ogni anno. Questo disco quindi non è che la nostra storia, il nostro vissuto, il nostro percorso, quello che siamo diventati curva dopo curva, tornante dopo tornante, strumento dopo strumento e canzone dopo canzone. Il racconto di storie d’amore e di vita, di resistenza e di esistenzadi lotta e dignità o più semplicemente Di terra, di mare e di stelle”. (La Compagnia Daltrocanto)

 

con

 

Compagnia Daltrocanto

Antonio Giordano - voce, chitarra battente, zampogna, cister
Bruno Mauro - chitarra classica e bouzuki irlandese
Imma Barbarulo - voce
Viviana Ulisse - viola e violino
Flavio Giordano - basso elettrico
Francesco Fasanaro - batteria
Morena Saracco, danza, tamburelli

 

 

In caso di maltempo il Concerto si terrà al Teatro “Ferrari” di San Marcello

 

 

 

 

*  *   *

 

 

Gli  Artisti del  Monsano  Folk  Festival  2018  

 

 

 1 Brilli piccola.jpg

Gastone Pietrucci

11951963_524065854411207_4616867288638987959_n.jpg

La Macina

Gastone Pietrucci, voce

Adriano Taborro, (direttore musicale)

chitarra, mandolino, violino, voce 

Marco Gigli, chitarra, voce, controcanti

Roberto Picchio, fisarmonica, voce

Riccardo Andrenacci, batteria, percusioni

Giorgio Cellinese, coordinatore

 

1380609_10151973236545746_1525547464_n.jpg

Filippo Paolasini

 

DSC_2181piccola.JPG

Paola Ricci

 

 

20180106221100-337c54f2-mepicola.jpg

Gerardo Giorgini

 

26232407_1831944896846572_4527403141328930207_opiccola.jpg

Coro “La Sciabica”

 

 

548e983d03a1e.jpg

 

Gang

 

Polverigi2016OK (piccola).jpg

Silvia Spuri Fornarini

 

page6image256.png

Roberto Tombesi

 

PIETRUCCI-CUCCHI.jpg

Enzo Cucchi

 

MARIO FOTOpicola.jpg

Mario Sasso

 

10258357_picola.jpg

Carlo Cecchi

Samuele Garofolipiccola.jpg

Samuele Garofoli

 

Gabriele Pesaresi (2)piccola.jpg

Gabriele Pesaresi

 

Roberto Zecchinipicola.jpg

Roberto Zechini

 

Massimo Manzipiccola.jpg

Massimo Manzi

 

Allì  2 piccola-NAXOS  20081.jpg

Allì Caracciolo

 

 

IMG_1371 copia. piccolajpg.jpg 

Maria Novella Gobbi

Giorgio1 in Argentina.JPG

Giorgio Cellinese

 

La studiosa Giorginella.jpg

Giorgio Sposetti

10835320piccola.jpg

Emma Montanari

Mugiapicola.jpg

Mugia Bellegamba

 

33137422_1piccola.jpg

Chopas 

(Simone Coppari)

IMG-20180502-WA0012piccola.jpg

Gruppo Massimo Liberatori

(Umbria)

Massimo Liberatori voce e armonica

Claudio Scarabottini tastiere, mandolino e whistle

Gianluca Bibiani fisarmonica

- Stefano  Trabalza chitarre

 

28310111_943404065784676_1981887419_opiccola.jpg

Nadia Pirani Orazi

17039328_1611453845532234_548060640935378491_opiccola.jpg

Italo Rognoni

 

22449592_1460631274058093_8166022568440875215_n (1)piccolo

Sperimentale Teatro A

 

milena gregori.jpg

Milena Gregori

IMGP0589piccola.JPG

Laurita Pergolesi

(Argentina)

 

CompagniaDaltrocanto2018_piccola.jpg

Cimpagnia Daltrocanto

(Campania)

Antonio Giordano - voce, chitarra battente, zampogna, cister
Bruno Mauro - chitarra classica e bouzuki irlandese
Imma Barbarulo - voce
Viviana Ulisse - viola e violino
Flavio Giordano - basso elettrico
Francesco Fasanaro - batteria
Morena Saracco - danza e tamburelli

 
Macina, Corinaldo,piccola XXI.jpg

Adriano Taborro

DSC_0951 piccola.jpg

Riccardo Andrenacci

LMacina-38piccola.jpg

Roberto Picchio

DSC_0804-2 piccola.jpg

Marco Gigli

 

 

    

Ricordati:

Valeria I[1].jpg

Valeria Moriconi

403482_Cfakepath22279700101558147213957462136844592665090462n_ralf.jpg

Maurzio “Bobo” Paolasini

Corfù  Giugnopiccola 2008 068.jpg

Gianfranco Costarelli

1968-09-17-New-York-Renata-Tebaldi-Maria-Callaspicola.jpg

Maria Callas

1968-09-17-New-York-Renata-Tebaldi-Maria-Callaspicola.jpg

Renata Tebaldi

 AGASUCCI (2)piccola.jpg 

Maurizio Agasucci

F1000010.JPG

“Filandare” di Jesi

 

Tutti i concerti sono ad ingresso libero

ad eccezione dei concerti di Jesi (sabato 4 agosto)

 di Ancona (sabato 11 agosto)

 e di Camerata Picena (sabato18 agosto)

ingresso simbolico: € 1,00

 

*  *   *

 

 

 

image301.jpg image557.jpg

La Macina                                                                                     Collage di Gastone Pietrucci

 

 

ATTENZIONE!!!

 

IN OCCASIONE DELLA MOSTRA DI COLLAGES DI GASTONE PIETRUCCI E DEL

CONCERTO DEL CINQUANTENARIO DE LA MACINA

 CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI

ROSSANA CASALE, LUCILLA GALEAZZI, GIOVANNA MARINI, SARA MODIGLIANI

A ROMA- AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA (SALA PETRASSI)

 VENERDI’ 14 SETTEMBRE 2018-ORE 21,30 (INGRESSO CONCERTO € 15,00)

STIAMO ORGANIZZANDO UN PULLMAN PER ASSISTERE ALL’EVENTO.

(Partenza da Jesi nel primo pomeriggio di venerdì 14 settembre, rientro dopo il concerto)

POSTI DISPONIBILI IN PULLMAN 53 – COSTO DEL VIAGGIO  € 21,00 A PERSONA

 

Prenotarsi entro e non oltre il 20 Agosto a LA MACINA: Telef. 07314263 / 3356444547

 

 

*  *   *

 

 


 

Foglie d’Album 

 

Si sta come

d’autunno

suglii alberi

le foglie.

 

Giuseppe Ungaretti, 

Soldati, 1918

 

 

Sotto questo nome, da quest’anno sono indicati dei nuovi lavori, montati appositamente per l’edizione attuale del Monsano Folk Festival e per le edizioni future.

Prerogativa originaria ed insostituibile del Monsano Folk Festival, è stata sempre quella di essere oltre che un Festival internazionale ed itinerante, soprattutto un Festival di Musica popolare originale oltre che di revival. Quindi caratterizzare il Festival oltre che con gruppi od artisti di folk-revival, anche e soprattutto con la presenza indispensabile degli autentici portatori della tradizione e della loro musica cosiddetta“originale”.

Sino ad ora, sono riuscito (come ricercatore e come direttore artistico) a far partecipare sino alle ultime edizioni del Festival i cosiddettiinformatori, a farli conoscere personalmente al grande pubblico con concerti e partecipazioni memorabili,  indimenticabili ed aggiungerei fondamentali.

Ora purtroppo questo grande patrimonio umano, piano piano, va inesorabilmente e fisiologicamente scomparendo. Quindi mi sono posto il problema (una volta privi di questo incommensurabile serbatoio umano della memoria) come continuare la linea principale dell’ “originalità” delFestival, senza snaturarlo né andando fuori tema.

Gli ultimi informatori ( magistralmente definiti da Guido Festinese, “gli alberi di canto”) stanno scomparendo, la mia testimonianza diventa sempre più inevitabile per tramandare la loro memoria. Allora ho deciso che sarò io, con Foglie d’Album (quando non avrò più a disposizione i principali informatori) a sostituirmi a loro, nel raccontare a mia volta, i miei fortunati incontri, le mie registrazioni con loro, prestando la mia voce, i miei ricordi, per far rivivere le loro storie, le loro vite, i loro canti e tutto il loro bagaglio di umanità, di tenerezza, di “amore” che in questi più che quaranta anni di ricerca sul campo, mi hanno donato.

 

Gastone Pietrucci,

 Jesi, 25 Giugno 2009

 

   

Foglie d’Album

Fascicoli pubblicati

(a cura di Gastone Pietrucci)

 

 

Raccontare è del resto un atto di giustizia:

l’unico modo per ridare ai morti un posto tra i vivi.

Walter Benjamin

 

 

 

 

Foglie d’Album 2009

image223.jpg

n. 1   Aldo GOBBI

La voce, l’organetto e la memoria

per un grande ricordo: Aldo Gobbi

 

Foglie d’Album 2009 

image224.jpg

n. 2  Italo AGNETTI, “Totò”

“In famija eravamo

in ventisei persone… 

Foglie d’Album 2010

image225.jpg

n.  3   Pietro BOLLETTA

Il primo grande informatore

 de La Macina

 

Foglie d’Album 2010

image226.jpg

n.  4    Armanda ANIMOBONO MANCINI 

& LE SORELLE

La voce della filanda jesina

 

 

Foglie d’Album 2011

image227.jpg

n.  5   Giuseppe GASPARRINI

 Beppe de Birtina l’ultimo grande

 cantastorie marchigiano

Quel felice incontro ad Appignano nel 2001…

  

 Foglie d’Album 2011

image230.jpgimage229.jpg

n.  6   Laura PIETRUCCI CALABRESI 

Maria PIETRUCCI

Lallì & Mariuccia. Le voci di casa

 

 

 

Foglie d’Album 2012

image232.jpg

n. 7  Cesira ZENOBI GIGLI 

 Adelaide TASSI PIETRUCCI  

Le amiche del cuore

 

 

Foglie d’Album 2013

image233.jpg

Numero straordinario

 Manuela BALDUCCI GIGLI

Grande voce femminile de La Macina

 

 

Foglie d’Album 2014 

Gianfranco Costarelli facebook.jpg

Numero straordinario

 Gianfranco COSTARELLI

La Radiosa presenza

 

 

Foglie d’Album 2015

 

n. – Elvira CORSETTI PIRANI,” ”LA PIRANA

Il Canzoniere della Pirana

 

ANNULLATO PER DIVIETO INSPIEGABILE

DEL FIGLIO DELL’USO, PER LA PUBBLICAZIONE

DEL FASCICOLO N. 8 DI FOGLIE D’ALBUM,

DELLE INDISPENSABILI FOTO DELLA MADRE

ELVIRA CORSETTI PIRANI, DETTA “LA PIRANA”

 

 

Foglie d’Album 2016

foto beldomenico. piccolajpg.jpg

n. 8  Nardino BELDOMENICO  

Grande “albero di canto”, grande

informatore e grande amico de La Macina

con il contributo della Famiglia Beldeomenico 

 

 Foglie d’Album 2016

Immagine 029. piccolajpg.jpg

n. 9  Severino RONCONI

“Sonava tutto… era bravissimo…

era indistruttibile…”

con il contributo della Famiglia Ronconi 

 

Foglie d’Album 2017

LINA MARINOZZI LATTANZI.JPG 

n. 10  Lina MARINOZZI LATTANZI

Grande voce della terra e dell’anima

con il contributo della Famiglia Lattanzi 

 

 

 

* I fascicoli della Serie Foglie d’Album editi dal Centro Tradizioni Popolari sono progressivamente numerati,

in modo da poterli raccoglierli ed alla fine della Collana sistemarli in un apposito raccoglitore.

 

 

 

Foglie d’Album

© Copyright, 2009-2010-2011-2012-2013-2014-2016-2017

by Centro Tradizioni Popolari

Printed in Italy. All Rights Reserved

 

Ogni riproduzione, o riproposta, anche parziale del materiale qui raccolto, deve essere da noi autorizzata e comunque sempre citata.

 

 

 

 

  *    *   *

 

 

 

APPROFONDIMENTI SU I TEATRI  ED I LUOGHI

PARTICOLARI DEL MONSANO FOLK FESTIVAL

 

JESI-TEATRO “G.B.PERGOLESI”

teatro-pergolesi-01piccola.jpg

Il Teatro “G.B.Pergolesi” di Jesi

ospiterà il Concerto Inaugurale

 

JESI –SABARO 4-TEATRO “G.B.PERGOLESI”-Ore 22,00-Concerto Inaugurale

LA MACINA PER VALERIA MORICONI

in

BELLA SEI NADA FEMMENA…

Omaggio a Valeria Moriconi anima di teatro voce di universi

 

 

Ingresso simbolico:€ 1,00

Con omaggio di un ventaglio offerto ad ogni spettatore dalla Fondazione Pergolesi-Spontini

 

 

*

ANCONA-MOLE VANVITELLIANA

 

ospiterà sabato 11 agosto il  concerto

nella Mole Vanvitelliana:

Ancona_Mole_Vanvitellianapicola.JPG Mole_Vanvitelliana_AN_(37)_piccola.JPG

Ancona -Esterno ed interno della Mole Vanvitelliana

ANCONA-MOLE VANVITELLIANA-  Ore 22,00 - Concerto- Incontro della Sera  

ENZO CUCCHI E GASTONE PIETRUCCI

con la partecipazione straordinaria di

MARIO SASSO, CARLO CECCHI e LA MACINA

in

RICORDANDO “LA CONVERSAZIONE”

Tre grandi pittori, Enzo Cucchi,  Mario Sasso e Carlo Cecchi,

per i cinquanta anni di attività de La Macina

 

 

*

 

Piazza dei Caduti- Monsano

image059.jpg

Piazza dei Caduti, Monsano

Luogo deputato per Monsano del Monsano Folk Festival

 

 

La Piazza dei Caduti di Monsano

 ospiterà i seguenti concerti:

 

MONSANO –DOMENICA 12 AGOSTO-Piazza dei Caduti-Ore 22,00- Concerto Grande della Sera

GASTONE PIETRUCCI & SAMUELE GAROFOLI QUARTET

in

RAMO DE FIORI

La Macina incontra il jazz

 

 


MONSANO - VENERDÌ  31 AGOSTO-Piazza dei Caduti-Ore 22,00-
Grande Concerto di Chiusura

 COMPAGNIA DALTROCANTO (Campania)

in

 DI TERRA DI MARE DI STELLE

Un suono antico che si fa attuale

 

*

La Chiesa degli Aròli di Monsano ospiterà

 

  medium_5GYch03d.JPGmedium_5GYch03b.JPG

Esterno ed interno Chiesa degli Aròli  (XIV e XV secolo )-Monsano

 

MONSANO – SABATO 25 AGOSTO-Chiesa degli Aròli-Ore 19,00- Concerto del Tramonto

 NADIA PIRANI ORAZI

in

IL CANZONIERE DELLA “PIRANA”

I canti  “a vocetta” di Elvira Corsetti Pirani detta “La Pirana” reinterpretati dalla nipote Nadia

con

GASTONE PIETRUCCI e MARCO GiGLI

 

 *

 

In Piazza Mazzini di Monsano si svolgerà

saluti_da_monsano_piccola2.jpg

Piazza Mazzini con Bar di Riccarda
MONSANO – GIOVEDÌ 30 AGOSTO-Piazza Mazzini-Ore 18,00-
Concerto del Caffè

 ”CHOPAS”

in

A SOLO

L’uomo-orchestra: cuore rosso e voce nera

 

*

 

La vecchia Cucina del Castello di Piazzetta Matteotti ospiterà

 

MONSANO – GIOVEDÌ  9 AGOSTO -Cucina del vecchio Castello di Piazzetta Matteotti-

Ore 18,00 e 22,00-Concerti-Spettacoli su prenotazione obbligatoria

 SILVIA SPURI FORNARINI

in

SOLO UNA VOCE, UN ORGANETTO E TANTA PASSIONE

 

*

MONSANO – LUNEDÌ  13 AGOSTO -Cucina del vecchio Castello di Piazzetta Matteotti-

Ore 18,00 e 22,00-Concerti-Spettacoli su prenotazione obbligatoria

ALLÌ CARACCIOLO - MARIA NOVELLA GOBBI

in

I DUE GIORGETTIERI

(anzi quattro) 

Irresisitibile divertissement letterario-musicale per pochi fortunati spettatori-testimoni

 

*

MONSANO – SABATO 25 AGOSTO -Cucina del vecchio Castello di Piazzetta Matteotti-

Ore 22,00-Concerti-Spettacoli su prenotazione obbligatoria

ITALO ROGNONI

in

 ADDIO AL PASSATO…

Ricordi di un melomane sopravvissuto, incallito e non pentito

 

 

*

 

In caso di maltempo i seguenti concerti “monsanesi”

saranno ospitati nel Teatro “Ferrari” di San Marcello:

Teatro-San-Marcello-01picola.jpgslide4piccola.jpgPrimoFerrari_Teatro.jpg

 

DOMENICA 12 AGOSTO-Ore 22,00- Concerto Grande della Sera

GASTONE PIETRUCCI & SAMUELE GAROFOLI QUARTET

in

RAMO DE FIORI

La Macina incontra il jazz

 

*


VENERDÌ  31 AGOSTO- Ore 22,00-
Grande Concerto di Chiusura

COMPAGNIA DALTROCANTO (Campania)

in

 DI TERRA DI MARE DI STELLE

Un suono antico che si fa attuale

 

 

 

*



Morro d’Alba, Domenica 26 Agosto

 

1280px-Morro_d'Alba_(4).JPGscarpa.jpg

Morro d’Alba e Il camminamento della “Scarpa”

 

La Piazza Barcaroli e il camminamento della “Scarpa”

ospiteranno il seguente concerto-spettacolo itinerante:

DOMENICA 26  AGOSTO- Ore 19,00 - Concerto Itinerante del Tramonto

SPERIMENTALE TEATRO A - LA MACINA                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 CHI È BELLI DE FORMA DE MAGGHJO RITORNA

sulle feste di maggio e di matrimonio: bruscelli, piantamaggio, cicli di mesi, cortei e riti nuziali,

toccamano e formule di promessa e nozze, elenchi dotali e di concio della sposa.

 

(Prima)

 

*

Serra de’ Conti - Domenica19 agosto

20piccola.jpg2018piccola.jpg20116piccola.jpg

ospiterà il seguente concerto:

 

DOMENICA 19 AGOSTO- Ore 22,00-ConcertoGrande della Sera

CHOPAS TRIO

MALEDETTA SIA SEMPRE LA GUERRA

Canzoni popolari di protesta, di lotta, di resistenza dai “sud” del mondo

con

Adriano TABORRO, chitarra acustica, eletrica, mandolino

Roberto PICCHIO. fisarmonica

 

e con la partecipazione straordinaria di

Gastone PIETRUCCI, voce

 

 

*

ll Chiostro di San Lorenzo di Cupramontana

225px-Spinello_piccoloAretino_001.jpg lpiccolosanlorenzo_1331738947.jpg

San Lorenzo e Chiesa di San Lorenzo-Cupramontana 

Ospiterà Venerdì 17 agosto

 CUPRAMONTANA - VENERDÌ 17  AGOSTO  Ore 22,00

Chiostro di San Lorenzo  - Concerto–Incontro della Sera

EMMA MONTANARI  E  GASTONE PIETRUCCI

con la partecipazione straordinaria di

MARCO GiGLI e ADRIANO TABORRO

in

ALL’INCROCIO DELLE VOCI

Un’anima e due canti per Gastone e Emma.

(Prima)

 

*

 

La Corte del Castello del Cassero

 di Camerata Picena

cassero-227x300.jpg

Il Castello del Cassero di Camerata Picena

Ospiterà sabato 19 agosto il seguente concerto:

 

SABATO 19 AGOSTO- Ore 22,00-Concerto–Incontro della Sera

LA MACINA E MUGIA BELLAGAMBA

in

LA FILANDRA E’ ‘NA GALERA…

Le lacrime, il sudore, la fatica, la gioia, il dolore, la rabbia, la rassegnazione,

la speranza, la nostalgia, i ricordi nei canti e nei racconti della filanda jesina

 

 

*

 

Il Museo della Stampa di Jesi

Ospiterà giovedì 23 agosto il  concerto:

Jesi,_Palazzo_Pianetti_Vecchiopiccola.jpg1175788654689_stampa.jpg

Chiostro ed interno Museo della Stampa

 

GIOVEDÌ 23 AGOSTO- Ore 19,00-Concerto del Tramonto

LA MACINA

in

MARINAIO CHE VAI PER ACQUA…

Omaggio a Walter Piacesi

   

*

Villa Nappi  e Chiostro- Polverigi (AN)

Villa NappiDSCN1437.jpg

Villa “Nappi”– Chiostro di Villa “Nappi”- Polverigi

 

 

Il Chiostro di Villa “Nappi” ospiterà,

venerdì 24 agosto il seguente concerto:

 

VENERDÌ 24 AGOSTO- Ore 22,00- ConcertoGrande della Sera

GRUPPO MASSIMO LIBERATORI (Umbria)

in

TRATTURO ZERO

Tratturo Zero è canto popolare che risale la corrente, è parola ribelle che da Roma va transumante tra l’Appennino e New York

ad incontrare Trilussa, Woody Guthrie, il Brigante Cinicchia, Joe Strummer, Joe Hill, Pietro Bernardone e i pastori transumanti... 

Tutti dentro ai nostri Canti Liberatori.

 

 

 

* **

 

UNA PICCOLA, MA SIGNIFICATIVA GALLERIA

FOTOGRAFICA DE LA MACINA

 

Cucchi-Pietrucci piccoloV.jpg

Gastone Pietrucci ed Enzo Cucchi

in occasione dell’incontro preparatorio per il Concerto Inaugurale

 del 30° Monsano Folk Festival 2015

(Jesi, Terrazza di Casa Pietrucci-Cellinese, Giugno 2015)

000013Kpiccola.jpg

Gastone Pietrucci ed Enzo Cucchi

LA CONVERSAZIONE

 Concerto Inaugurale del 30° Monsano Folk Festival, Monsano, Sabato 8 Agosto, 2015

 

 

 

 Marini-Pietrucci.jpg

Giovanna Marini e Gastone Pietrucci

in occasione della registrazione del primo volume della trilogia di

 Gastone Pietrucci-La Macina, “Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto” Volume I

(Recanati, Studi Màlleus, 2002, fotografati da Emanuela Sforza)

 

 

LA_MACINA_manifesto_40anni_ok_Layout 1.jpg

Manifesto-Locandina

Per l’evento speciale per i 40 anni de La Macina

La Macina. Un canto d’amore lungo 40 anni

con

LA MACINA

e la partecipazione straordinaria di

MONI OVADIA - GIOVANNA MARINI – GANG – ROSSANA CASALE-

FEDERICO MONDELCI- RICCARDO TESI- ALLI’ CARACCIOLO

 ENZO CUCCHI -MASSIMO RAFFAELI- FRANCESCO SCARABICCHI

Regia di ALLI’ CARACCIOLO

(Ancona, Teatro delle Muse, 10 Novembre 2008, Progetto grafico: Arch. Stefano Santini)

 

MANIFESTOpiccolo.jpg

Manifesto-Locandina

Per il Convegno Nazionale per i  50 anni de La Macina

IL POZZO DELLA MEMORIA

La ricerca sulla cultura popolare orale marchigiana

e il contributo de La Macina alla sua scoperta conservazione e diffusione

JESI-8 GIUGNO 2018- Ore 9,00-

Galleria degli Stucchi-Pinacoteca di Palazzo Pianetti

con

 LA MACINA

Relatori:

ALLI’ CARACCIOLO-PIERO G. ARCANGELI-ANTONIO DE SIGNORIBUS

Comunicazioni di:

GASTONE PETRUCCI-GUIDO FESTINESE-STEFANO CAMPOLUCCI-PAOLA RICCI

MASSIMO RAFFAELI-TIZIANA OPPIZZI & CLAUDIO PICCOLI-SAMUELE GAROFOLI

MARINO SEVERINI-MARA NOVELLA GOBBI-LAURITA PERGOLESI

FRANCESCO SCARABICCHI-CARLO CECCHI-GIONATA GIUSTINI-STEFANO SANTINI

(con la partecipaziome straordinaria di Filppo Paolasini-Progetto Grafico:Stefano Santini, 2018)

 

_DSC9764piccola.jpg

La Macina interpreta un Planctus popolare di fronte alla pala

di Lorenzo Lotto, Deposizione nel sepolcro

Galleria degli Stucchi-Pinacoteca di Palazzo Pianetti

Jesi Venerdì 8 Giugno 2018

 Convegno Nazionale, Il Pozzo della memoria

 

 

Valeria e Macina a Monsano piccola scansione0010.jpg

La Macina e Valeria Moriconi in

Concerto Grosso per Gianandrea

Omaggio ad Antonio Gianandrea nel centenario della nascita

13° Monsano Folk Festival, Domenica 9 Agosto 1998, Concerto di Chiusura

 

MACINA-GANG 3 AL TENCO 2004.jpg

Macina-Gang al Premio Tenco 2004

come “Super-Gruppo dell’anno”

(Sanremo, Teatro Ariston, novembre 20014)

 

 

ovadia1 piccola.jpg

Moni Ovadia e Gastone Pietrucci

in occasione della registrazione del secondo volume della trilogia di

 Gastone Pietrucci-La Macina, “Aedo malinconico ed ardente, fuoco ed acque di canto” Volume II

(Recanati, Studi Màlleus, 2006, fotografati da Emanuela Sforza)

 

 

DSCN0727piccola.JPG

Gastone Pietrucci e Samuele Garofoli Quartet

in Ramo de fiori. La Macina in jazz

(nella foto da sinistra)

Roberto Zechini, chitarra elettrica, Gabriele Pesaresi, contrabbasso,